Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

La Stella Azzurra è Campione d'Italia U16 Eccellenza maschile! Dominata la finale vs Bassano, secondo scudetto stagionale per il club stellino

Pubblicato il Domenica 25 Giugno 2017 - U16 Ecc. Stella Azzurra Roma

 Si arricchisce di un altro titolo nazionale la stagione 2016/17 da record della Stella Azzurra Roma nei campionati giovanili maschili della Federazione Italiana Pallacanestro. L'U16 Eccellenza maschile dell'head coach Claudio Carducci e dei vice Giacomo Silvestri e Maurizio Salata domina la finale-scudetto contro l'Oxygen Bassano per 69-56 alle Finali Nazionali di Vasto (CH) e conquista il secondo scudetto stagionale per il club stellino, a distanza di appena una ventina di giorni da quello conquistato dall'U15 Eccellenza maschile. La formazione nerostellata (nella foto d'apertura, la posa festosa con la coppa dei vincitori e gli scudetti da appuntarsi sul petto nella prossima stagione) chiude in maniera trionfale un'annata che più perfetta non si poteva collezionare: 33 vittorie in 33 partite stagionali, imbattibilità mantenuta intonsa anche nelle 6 partite del torneo tricolore nella città rivierasca abruzzese.

 

Di fronte all'avversaria veneta che si presentava anch'essa da imbattuta nelle Finali e con un ruolino ancor più impressionante dei nerostellati (tre vittorie oltre i 20 punti, più altri due successi con picco minimo un +13), la Stella Azzurra è stata capace di non far mettere mai il muso avanti ai veneti nel punteggio nemmeno per un secondo nel corso del match. Dal 6 pari del 5° è stato un monologo o quasi per il quintetto stellino, a cui ha dato ancora una volta il là la prova da MVP assoluto delle Finali di Djordje Pazin (nella foto a lato, l'esultanza sua e dei compagni anche in tribuna per l'enessima magia sfoderata contro Bassano). Per la terza volta di fila la guardia stellina ha scollinato il trentello, 30 punti con 5/10 da tre, 23 nel solo primo tempo, 1 in meno dei punti realizzati dall'intera Bassano, per il 40-24 dell'intervallo lungo con Donadio (11 punti+7 rimbalzi nei primi due quarti) degna spalla del mattatore serbo. Il +16 di metà gara non verrà mai messo più in discussione dal quintetto del coach Alberto Zanatta, lo sforzo massimo si concretizza nel -9 a 7 minuti dal termine dopo la quarta tripla dell'incontro di Izzo per il 57-48, quando 5 punti in fila di Reale sembravano potessero aver chiuso definitivamente il discorso con il +15 del 32°. Lì è venuto fuori ancora una volta il prezioso cast di supporto della squadra stellina, Bellucci ha conquistato due rimbalzi offensivi d'oro nella stessa azione e ne ha convertito uno nel canestro del nuovo vantaggio in doppia cifra, 59-48. Cui seguirà successivamente la quinta bomba di Pazin per il 62-50 a -6', con dedica incorporata, e due canestri di Penè su azione personale per il 66-51 che a 3' dal termine inizia a far impazzire di gioia la panchina e i tifosi stellini al seguito. Che possono festeggiare liberamente dopo un altro canestro pescato dalla “spazzatura” da parte di Bellucci (68-53 a -2'25”) e dalla rubata difensiva di Donadio a 2' dalla sirena finale. Arrivata poi a sancire il quinto Scudetto giovanile nella storia della società nerostellata, tutti conquistati nelle ultime 4 stagioni.

 

Djordje Pazin chiude da MVP del torneo con una clamorosa media di 27.3 punti che ne fa anche il top scorer di queste Finali 2017, con 3.2 triple segnate a partita. Per l'ennesima volta il capitano Lorenzo Donadio ne è stato degno scudiero, consueto secondo realizzatore stellino con 18 punti e nuova doppia doppia assicurata dai 13 rimbalzi, 5 dei quali offensivi. Il classe 2002 Abramo Penè e Gian Maria Bellucci hanno contribuito nel quarto finale a mantenere i veneti a distanza di sicurezza, in regia ottima la divisione di minutaggio e responsabilità tra Tommaso Grillo e l'altro '02 Thomas Reale, entrambi sempre in controllo del gioco, sprazzi a tratti esaltanti da parte del pivot Harsh Tomar (nella foto di fianco, mentre sorregge Penè durante il rituale taglio della retina).

 

La stagione delle Finali Nazionali giovanili della Stella Azzurra non è comunque finita qui. Da domani a Bormio (SO) scatta l'avventura tricolore anche dell'U14 Elite maschile, campione regionale del Lazio in carica. Intanto, per la seconda volta nel giro di tre anni il club di Via Flaminia riesce nell'impresa di centrare nella stessa stagione un duplice Scudetto, unico club italiano a riuscirci in questo lasso di tempo. Così come è stato capolavoro unico la quarta salita sul podio su altrettante Finali Nazionali maschili di Eccellenza, perché ai due citati titoli tricolore vanno aggiunte le medaglie di bronzo conquistate a livello di U20 e U18.

 

 

STELLA AZZURRA ROMA – OXYGEN BASSANO 69-56 (20-14, 40-24, 50-38)

STELLA AZZURRA: Penè 7, Digno 2, Pazin 30, Sarcina, Reale 5, Tomar 2, Mat. Ghirlanda, Policari 1, Donadio 18, Bellucci 4, T. Grillo, Sebastianelli 2. Coach: Carducci; assistenti: Silvestri, Salata.

BASSANO: Tersillo 8, Izzo 16, Ragagnin 2, Bargnesi 9, Gajic 6, Bovo, Filoni 5, Borsetto 4, L. Da Campo 4, Seck 2, Scalco ne, Bizzotto ne. Coach: Zanatta.

ARBITRI: Grappasonno di Lanciano (CH) e Sconfienza di Costigliole d'Asti (AT).

 

 

QUI le statistiche ufficiali complete della partita.

 

 

QUI la photogallery completa del match.

 

 

QUI la photogallery completa dell'intero torneo stellino, tutta la premiazione-scudetto e gli scatti della festa post-gara dei giocatori nerostellati.

 

 

QUI il link per il video degli ultimi istanti della finale-scudetto e della festa tricolore post-partita dei giocatori stellini, più le interviste a coach Carducci e Pazin, entrambi al secondo scudetto in carriera in maglia Stella Azzurra.