La Stellazzurra Basketball Academy mette in bacheca la Szent Istvan Cup per la prima volta nella sua storia. Dopo le due precedenti partecipazioni finite con due secondi posti, il club nerostellato si prende una rivincita e una conferma allo stesso tempo, nel torneo ungherese di Szekesfehervar riservato alla categoria Under 16 maschile. Se le prende entrambe ai danni del Real Madrid, battuto nella finale per il 1° posto vendicando le due sconfitte subite nell'atto conclusivo del 2016 e 2017 e confermando il risultato positivo della finale del torneo di Tenerife Villa de La Orotava di inizio ottobre, sempre ai danni degli spagnoli. Nella manifestazione organizzata in casa dell'Alba Fehervar, la squadra di Lorenzo Gandolfi ha avuto la meglio sui madridisti per 92-88 e alzato la coppa dei vincitori per la seconda volta su due in stagione a livello internazionale, grazie anche ad alcune individualità di spicco che si sono fatte apprezzare particolarmente nella quattro giorni magiara.

 

IMBATTUTI I nerostellati erano arrivati all'ennesima puntata della saga con il Real grazie alle tre, larghe, vittorie del girone della prima fase. Dopo aver inaugurato la serie vincente giovedì ai danni dei serbi del Mladost Zemun per 99-61 e il giorno seguente contro la Nazionale ungherese di categoria per 83-63, nell'ultima gara di qualificazione contro i romeni dell'U-BT Cluj Napoca la Stellazzurra poteva permettersi di perdere fino a 18 punti di scarto per chiudere in testa il raggruppamento, ma anche lì ha preso il bottino pieno con un'altra affermazioni sopra le venti lunghezze di margine, 79-56, presentandosi nel migliore dei modi alla giornata conclusiva di domenica.

 

UNA FINALE REAL Al match per il titolo sono arrivati senza sconfitte anche gli iberici, che avevano avuto vita facile nel loro girone contro Virtus Bologna (90-46), Bayern Monaco (106-67) e i padroni di casa dell'Alba (99-57). La finale tra nerostellati e “blancos” ha avuto un andamento altalenante durante quaranta minuti all'ultimo canestro, che hanno visto un netto vincitore in ciascuno dei quattro periodi, la Stellazzurra in quelli centrali (52-30 il parziale), il Real nel primo e nell'ultimo (58-40). Dopo l'avvio gara in cui il centro titolare avversario, Ndiaye, aveva fatto male con 8 punti e 14 di valutazione per il 28-20 spagnolo di fine primo quarto, nel secondo partiva la riscossa dei nerostellati, guidata dal loro di pivot, Nzosa, e dalla positiva uscita dalla panchina di Adeola, entrambi a quota 11 punti e 5 rimbalzi all'intervallo dopo la seconda frazione vinta 28-12 per passare dal -8 al +8 nel giro di dieci minuti, 48-40. Ancora più incoraggiante sembrava la fuga del terzo quarto, quando sul finire della frazione si scatenava Visintin, 11 punti con una serie di percussioni - spesso innescate da palle rubate da lui stesso in difesa - che proiettavano la Stellazzurra sul +14 dell'ultima minipausa, 72-58, con Nzosa già in doppia doppia con 16 punti e 11 rimbalzi. Ma gli avversari di Miguel Angel Palacios si dimostravano tutt'altro che spacciati e riuscivano a recuperare tutto lo svantaggio a due minuti dalla fine, fissando la parità a quota 86 con la tripla di Klavzar. Da lì il controllo della partita passava da una parte all'altra con continui capovolgimenti di situazione, Ndiaye portava addirittura avanti gli iberici con il canestro dell'86-88 ad un minuto esatto dalla sirena, ma ancora una volta era Visintin a salire in cattedra, suo il canestro con fallo - convertito con il tiro libero aggiuntivo - per l'immediato controsorpasso nerostellato (89-88) e sempre suo quello del +3 (91-88), merito di un recupero difensivo di Boglio completato dal suo assist per il compagno. Dal time-out chiamato dal coach madridista a pochi secondi dalla fine uscivano fuori due tiri liberi che però Klavzar sbagliava entrambi e sul successivo fallo sistematico Visintin metteva il sigillo con l'1/2 ai liberi per il +4 definitivo. Oltre all'asse play-pivot Visintin-Nzosa importanti per la gioia a tinte nerostellate anche le prestazioni di Adeola (13 punti+7 rimbalzi per 22 di valutazione in 22') e Willhelm Falk (13+8), in doppia cifra di punti anche Giordano con 10.

 

PREMI INDIVIDUALI La Stellazzurra ha fatto manbassa pure dei riconoscimenti ai singoli. Yannick Nzosa (20 punti+16 rimbalzi per 32 di valutazione nella finale, a lato al tiro nella foto di repertorio) è stato premiato MVP assoluto del torneo con 14.8 punti, 9.3 rimbalzi, 1.8 stoppate e 22.8 di valutazione in 21.5 minuti per gara, tirando un complessivo 26/34 dal campo che vale il 76.4% di realizzazione per il lungo di 2.13 alla terza stagione nell'Academy nerostellata. Con una prova a tutto tondo da 24 punti, 9 rimbalzi, 6 recuperi e 5 assist per 28 di valutazione, il classe 2004 Matteo Visintin (sotto, nella foto di repertorio) è stato l'anti-Real e ha meritato l'inserimento nel Miglior Quintetto del torneo, malgrado l'anno “sottoetà”, con quattro gare da 17.3 punti (capocannoniere della squadra), 5.3 rimbalzi, 4.3 recuperi e 2.8 assist in 23.0 minuti. In doppia cifra di media-punti anche Nicola Giordano con 13.5 (l'unico della Stellazzurra sempre sopra i 10 in ogni match con un record di 20 contro la nazionale ungherese) e Felipe Motta con 10.3. A completare il bottino per il club di Via Flaminia il premio di Miglior Coach assegnato a Lorenzo Gandolfi. Ed ora la palla passa ai “fratelli maggiori” dell'U18, impegnati da venerdì a domenica a Kaunas in Lituania per la tappa dell'Eurolega U18, l'Adidas Next Generation Tournament.

 

TABELLINI Di seguito i tabellini delle partite della Stellazzurra (più sotto, la foto ufficiale del roster alla Szent Istvan Cup), ordinate cronologicamente dalla prima all'ultima giocata:

 

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

 

STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY - MLADOST ZEMUN 99-61 (22-17, 48-43, 73-53)

STELLAZZURRA: Visintin 21, N. Giordano 12, Bocevski 2, Boglio 8, Motta 15, Adeola 9, Rapini 3, Nzosa 9, Telesca, Jocys 8, Falk 6, Camponeschi 6. Coach: Gandolfi.

MLADOST ZEMUN: Nikolasevic 4, Mircic 10, Miletic 7, Ekmedzic, Gavrilovic 4, Zivanovic 3, Stefanovic 13, Mandic 9, Jankovic 4, Radmanovic 2, Markovic 5. Coach: Colovic.

 

STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY - U16 UNGHERIA 83-63 (30-16, 48-28, 61-48)

STELLAZZURRA: Visintin 15, N. Giordano 20, Boglio 9, Motta 13, Adeola, Nzosa 22, Pugliatti 1, Telesca 3, Falk, Camponeschi, Bocevski, Jocys. Coach: Gandolfi.

UNGHERIA: Sipos 9, Vamos, Kiss 9, Czermann 4, Ivkovic 7, Toth 7, Banfi, Tiborcz, Cserko 2, Dunai, Kalassai 5, Kovacs 20. Coach: Varadi.

 

STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY - U-BT CLUJ NAPOCA 91-73 (27-23, 48-37, 67-55)

STELLAZZURRA: Visintin 6, N. Giordano 17, Bocevski 2, Boglio 2, Motta 6, Adeola 17, Nzosa 18, Pugliatti 9, Walkowiak, Falk 12, Camponeschi 2, Telesca ne. Coach: Gandolfi.

CLUJ NAPOCA: Nistor 2, Somacescu 6, Turdean 2, Zarartan, Sucala 9, Pasca 14, Niste 10, Cristescu, Sfirlea 2, Dragan, Diaby 10, Coste 1. Coach: Cuic.

 

FINALE 1° POSTO

STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY - REAL MADRID 92-88 (21-13, 42-33, 64-51)

STELLAZZURRA: Visintin 24, N. Giordano 10, Bocevski, Boglio 5, Motta 7, Adeola 13, Nzosa 20, Pugliatti, Falk 13, Camponeschi ne, Telesca ne, Rapini ne. Coach: Gandolfi.

REAL: Lucas 6, Ndiaye 15, Alari 2, Klavzar 21, S. Vukcevic 2, Garcia 10, T. Vukcevic 13, Rios 3, Brito, Kostadinov 7, Salve 9, Stosic ne. Coach: Palacios.

 

FINALE 3° POSTO

UNGHERIA U16 – BAYERN MONACO 73-66 (12-16, 36-38, 53-53)

 

FINALE 5° POSTO

VIRTUS BOLOGNA – U-BT CLUJ NAPOCA 80-56 (18-19, 40-32, 61-46)

 

FINALE 7° POSTO

ALBA FEHERVAR – MLADOST ZEMUN 74-63 (22-14, 40-37, 58-48)

 

CLASSIFICA FINALE

1 - STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY

2 - REAL MADRID (SPA)

3 - NAZIONALE UNGHERIA U16

4 - BAYERN MONACO (GER)

5 - VIRTUS BOLOGNA (ITA)

6 - U-BT CLUJ NAPOCA (ROMA)

7 - ALBA FEHERVAR (UNG)

8 - MLADOST ZEMUN (SRB)

 

 

QUI le statistiche ufficiali della finale contro il Real Madrid.

 

 

Di seguito il video integrale della finale:

 

 

U16 maschile in Ungheria per la Szent Istvan Cup: terza partecipazione dopo i due secondi posti del 2016 e 2017 dietro il Real Madrid
It's Euroleague time! U18 Stellazzurra a Kaunas per l'Adidas Next Generation Tournament: venerdì debutto vs CSKA Mosca