Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Finali Nazionali U20 Eccellenza, Stella Azzurra tra le prime 4 squadre d'Italia: batte la Tiber Roma 86-75 e vola in semifinale. Domani sfida ai padroni di casa della PGC Cantù

Pubblicato il Giovedì 28 Aprile 2016 - U20 Ecc. Stella Azzurra

 La Stella Azzurra Roma è tra le prime 4 squadre d'Italia dell'U20 Eccellenza maschile. Al PalaParini di Cantù la formazione di Germano D'Arcangeli batte la Tiber Roma per 86-75 nel derby-spareggio della seconda fase e avanza alle semifinali delle Finali Nazionali in corso di svolgimento nella città brianzola.

 

Dopo il secondo posto nel Girone B di qualificazione gli stellini si trovano di fronte la terza classificata del Girone A, già affrontata due volte in stagione nella regular season del raggruppamento centro-meridionale, vinto dai nerostellati. La Stella interpreta una gara perfetta nel primo tempo, dominato fino ad un massimo di +24, 50-26 al 17°, sfruttando un attacco da record al tiro da 3: 9/12 da oltre l'arco nei primi 20 minuti, con Radonjic a scavare il solco tra le due formazioni con tre triple consecutive andate a segno. Il risultato è che coi suoi 13 punti il capitano stellino, ben coadiuvato dai 10 di Trapani, guida il +19 di metà gara, coi 54 complessivi a rappresentare il nuovo record di segnature per una squadra nel primo tempo a queste Finali U20.

 

Ad inizio ripresa i nerostellati sembrano poter continuare a controllare agevolmente gara e punteggio, un gioco da 4 del solito Radonjic mantiene il +19 quasi fino a metà terzo quarto, dove però inizia l'inattesa rimonta dei tiberini. La squadra di Marco Polidori comincia a rientrare in gioco a fine periodo, chiuso sul 68-54, ma la paura maggiore la fa quando il 24° punto di Valentini (chiuderà con 32+14 rimbalzi) fa risalire la Tiber a -6 sul 70-64 del 33°. Qui la Stella si riscuote, lo fa appoggiandosi sulle solide spalle del totem Guariglia, che sporca un passaggio avversario in difesa e in attacco mette 3 punti per il 74-66 che a 4'30” dalla sirena finale stoppa l'unico momento-no della gara degli stellini. Che ancora col pivot salernitano e con un canestro di Da Campo riportano il vantaggio in doppia cifra, 78-66 a -3', lasciando ai canestri frontali dalla media di Nikolic (fotocopia di un altro suo prezioso “palleggio, arresto e tiro” andato a segno) e Radonjic il compito di chiudere la pratica felicemente.

 

Il capitano stellino chiude con 26 punti (record del torneo per un giocatore nerostellato), tirando 4/11 da 2, 4/6 da tre e 6/7 ai liberi, cui aggiunge anche 6 rimbalzi per 29 di valutazione. Emanuele Trapani è il secondo top scorer con 14+3 recuperi, Mattia Da Campo di nuovo molto concreto con 12+3 assist, Lazar Nikolic (nella foto, in penetrazione contro la difesa Tiber) aggiunge la palma di miglior rimbalzista con 7 ai suoi 10 punti, mentre Tommaso Guariglia sfiora la doppia cifra con 9 e Donato Vitale, bomber da 20 punti ieri contro Alto Sebino, brilla in difesa con 5 rubate.

 

Da domani ci si sposterà dal PalaParini alla Mapooro Arena di Cucciago, sede di semifinali e finali della kermesse tricolore canturina. Per l'accesso alla finalissima-scudetto i ragazzi di D'Arcangeli sfideranno alle ore 20 i padroni di casa della Progetto Giovani Cantù, che aspettavano già da ieri in semifinale dopo aver vinto il Girone A della prima fase. La gara sarà preceduta alle ore 18 dall'altra semifinale tra Pallacanestro Biella e Reyer Venezia, ancor prima, alle ore 14, si disputerà la finale 5°-6° posto tra Tiber e Armani Junior Olimpia Milano, battuta nell'altro spareggio odierno dalla Reyer per 86-73.

 

 

STELLA AZZURRA ROMA – TIBER ROMA 86-75 (28-20, 54-35, 68-54)

 

STELLA AZZURRA: Alibegovic D. 2, Da Campo 12, Nikolic L. 10, Radonjic 26, Antonaci, Ulaneo, Guariglia 9, Vitale 7, Trapani 14, Gazzillo 1, Sikiras 5, Fedeli. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Cottignoli, Baiardo.

TIBER: Vicinanza 5, Carosi 5, Troiani 7, Valentini 32, Santucci 10, Frisari, Berardesca 9, Cullar 7, Moretti. N.e.: Baldoni, Piccioni, Perna. Coach: Polidori M.

 

Qui le statistiche complete della partita.