Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Nella notte NCAA seconda uscita ufficiale della nuova stagione per i 4 prodotti stellini del college basketball USA

Pubblicato il Martedì 15 Novembre 2016 - Alma Mater

 Nella notte seconda uscita ufficiale della nuova stagione NCAA per i quattro prodotti Stellazzurra Basketball Academy del college basketball americano.

 

Al Coors Events Center di Boulder, Colorado, Seattle University di Scott Ulaneo e Mattia Da Campo ha sofferto la prima sconfitta stagionale con il punteggio di 67-55 per mano dei padroni di casa di Colorado (31-31, a fine primo tempo). Davanti a quasi 7mila spettatori Scott ha chiuso da miglior rimbalzista della squadra con 11 carambole catturate (3 in attacco), a cui ha aggiunto 7 punti+2 recuperi+2 stoppate in 21' in uscita dalla panchina, tirando con 2/5 dal campo (0/2 da tre) e 3/4 ai liberi. Malgrado il risultato negativo il match resterà impresso nella carriera di Mattia, che ha fatto il suo debutto ufficiale in NCAA dopo il “non entrato” della partita precedente: per la guardia classe '97 ci sono stati 7 minuti sul parquet, con 1 rimbalzo nel suo scout statistico. Nelle foto di Sarah Finney per goseattleu.com, i due stellini in azione durante la gara.

Colorado sale a 2-0 come record stagionale, Seattle si trova 1-1 e il suo viaggio “on the road” di cinque partite consecutive proseguirà domani notte, quando i Redhawks sono attesi a South Bend, Indiana, per fronteggiare Notre Dame.

QUI il resoconto della partita dal sito ufficiale di Seattle University.

 

Quasi 5 mila spettatori alla Lou Carnesecca Arena del Queens per il 77-61 della St. John's di Amar Alibegovic ai danni di Binghamton (39-32 all'intervallo). Per l'ala italo-bosniaca classe '95 ci sono stati 2 rimbalzi e 1 assist in 9', con 0/1 da tre e nessun punto a referto. Il prossimo incontro per i Johnnies è previsto per venerdì 18 alla Williams Arena di Minneapolis, dove li attendono i padroni di casa di Minnesota.

QUI il recap del sito ufficiale di St. John's.

 

Si è rivelata invece un'altra missione impossibile per Kristinn Palsson e la sua Marist la seconda partita giocata contro un'avversaria classificata tra le migliori 25 formazioni della NCAA, dopo l'esordio sul parquet della superpotenza Duke. A Kingston, nel Rhode Island, i padroni di casa di Rhode Island hanno vinto agevolmente per 107-65 (59-34) per la gioia dei 4mila tifosi sugli spalti. Per il tiratore islandese classe '97 6 punti+3 rimbalzi nei 17' entrando dalla panchina, con 2/5 al tiro da tre, l'unico della sua squadra a segnare almeno due bombe. Domani notte ci sarà il debutto casalingo per i Red Foxes, che a Poughkeepsie nel New Jersey attendono la visita di Vermont.

QUI il recap della sfida da parte del sito ufficiale di Marist.