Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Serie B maschile, stasera il recupero casalingo contro la LUISS Roma. Provenzani: "Siamo migliori del terzultimo posto, è la serata per ritrovarci"

Pubblicato il Mercoledì 18 Gennaio 2017 - Serie B Stella Azzurra

 Recupero infrasettimanale di campionato per la Stella Azzurra Roma nella Serie B maschile. Oggi, mercoledì 18 gennaio, alle ore 21 la squadra di Germano D'Arcangeli recupera sul parquet di casa dell'Arena Altero Felici contro la LUISS Roma (ingresso gratuito) il match della tredicesima giornata d'andata del Girone C, originariamente in programma a metà dicembre e poi rinviato per l'impegno al torneo U18 internazionale di Tenerife che ha riguardato la quasi totalità della rosa stellina a ridosso del Natale. La formazione ospite del coach Andrea Paccariè arriva alla sfida in affanno di risultati, perchè dopo aver vinto 8 delle prime 9 gare stagionali, conducendo anche la classifica alla nona giornata, ha incassato 6 sconfitte consecutive a cavallo tra vecchio e nuovo anno che l'ha fatta rimanere ancora dentro la zona-playoff ma con una scivolata al settimo posto, complice un calendario difficile che l'ha vista confrontarsi in questo periodo con tutte le prime tre della classifica, Valmontone, Napoli e Palestrina. Al derby capitolino la formazione universitaria ci arriva peraltro dopo un ko casalingo di misura contro la Mastria Vending Catanzaro (91-92), sconfitta che ha fatto male alla stessa Stella perchè i calabresi sono una diretta concorrente nella lotta-salvezza degli stellini, attualmente in piena zona-playout con il loro terzultimo posto solitario e anch'essi reduci da una serie significativa di battute d'arresto consecutive, 4 per la precisione, l'ultima nello scontro in Sicilia con un'altra avversaria diretta come lo Sport E' Cultura Patti.

 

PROVENZANI Il 4 è un numero che sta tornando spesso in questa settimana, tanti sono i punti di vantaggio sull'ultimo posto della MecSan Maddaloni che varrebbe la retrocessione a fine regular season, ma altrettanti sono le lunghezze di ritardo dall'undicesima piazza (ora occupata a cavallo da Patti, Catanzaro e Cefalù) che permetterebbe di salvarsi senza passare per la “lotteria” dei playout. Vincenzo Provenzani (nella foto di Giulia Stella Panu), guardia stellina classe '99, ammette che un po' la pressione della classifica si sta sentendo in spogliatoio alla vigilia dello scontro con la LUISS: “Da inizio stagione sappiamo che l'obiettivo della salvezza si ottiene cercando di vincere la maggior parte delle gare casalinghe, questo è poco ma sicuro, quindi la vediamo come una partita molto importante. Il fatto che arrivi in tempi così ravvicinati rispetto alla trasferta di Patti ci mette un po' il fiato sul collo, avremmo preferito prepararla con una settimana intera di allenamenti alle spalle. Quantomeno anche per loro vale la stessa cosa, oltretutto la LUISS è l'unica formazione del campionato con cui possiamo giocarcela alla pari a livello di esperienza visto che pure loro sono tutti ragazzini o quasi”.

 

RITORNO IN PATRIA Vincenzo, originario di Licata, non ha avuto un ritorno felice nell'isola domenica scorsa, almeno come risultato sportivo sul campo: “Scendere dall'aereo e respirare l'aria di casa mi fa sempre stare bene. Con Patti era uno scontro storico per la mia famiglia, mio padre ha sempre giocato da avversario sia come giocatore che come allenatore contro il coach di Patti (Pippo Sidoti, ndr) ed ora toccava a me ed era una bella responsabilità. Sul lato agonistico, invece, la sconfitta ci ha buttati giù di morale, abbiamo avuto anche un confronto tra noi giocatori, perché tutte queste sconfitte ci stanno facendo un po' ricredere sulle potenzialità della nostra squadra. Che, però, sono superiori al terzultimo posto attuale, basti ripensare alle belle partite che abbiamo disputato ad inizio campionato. Siamo un'altra squadra rispetto a quanto si vede ora, dobbiamo pertanto ritrovarci”.

 

GARRA L'aspetto che la 17enne guardia siciliana individua per ripartire è ben preciso: “La grinta, la voglia di vincere. Secondo me non basta che un giocatore faccia parecchi punti per far vincere una squadra, ci vuole anche passione, cattiveria agonistica, e noi ultimamente nelle partite di Serie B, anche contro le squadre forti, andiamo “a bomba”, siamo carichi per i primi due quarti, due quarti e mezzo, ma poi nel corso della ripresa ci spegniamo pian piano, come appunto successo nelle ultime due partite con Valmontone e Patti. La LUISS, sebbene abbia il doppio dei nostri punti in classifica, la ritengo una squadra al nostro stesso livello, ho visto che proprio nell'ultima gara è rientrato quello che è forse il loro miglior giocatore, Marcon (26 punti e 30 di valutazione in 27' al debutto in campionato dopo aver saltato metà stagione per un infortunio alla spalla, ndr), ma se daremo tutti di più come grinta agonistica e subendo meno in difesa rispetto alle nostre ultime uscite, possiamo far restare a casa la vittoria”.

 

TOUR DE FORCE La gara con la LUISS si inserisce nel mezzo di un tour de force per il gruppo stellino iniziato ieri con una partita del campionato U20 Eccellenza e da finire sabato ospitando la vicecapolista Cuore Napoli Basket dopo che sarà stato giocato due giorni prima anche un match dell'U18 Eccellenza: “E' una settimana molto impegnativa a livello agonistico, giocheremo 4 partite in 5 giorni. Oltre che sulla LUISS il mirino è puntato anche al match di sabato contro Napoli, considerando pure il fatto che lì all'andata non abbiamo fatto una gran figura e ci terremmo a farla bella a casa nostra”.

 

ESORDIENTE La personale annata da matricola in Serie B sta vedendo l'esterno stellino come quarto miglior realizzatore della squadra con 7.2 punti (high stagionale di 15 a Catanzaro) in 22.0 minuti di media, tirando con degli ottimi 57% da due e 80% ai liberi, a cui fa da contraltare un 15% da tre che non rende merito alle sue capacità da fromboliere, che invece possiede e fa vedere spesso nei campionati giovanili: “Sono soddisfatto del mio rendimento, però devo dire che attualmente non mi sento allo stesso livello di inizio stagione, quando il mio contributo era maggiore. Le cose in campo mi stanno riuscendo un po' di meno, sia in attacco che in difesa. Tuttavia non mi posso lamentare, vedo che adesso c'è maggior feeling tra me e i miei compagni, cosa che all'inizio non c'era perché con alcuni di loro erano le prime volte che giocavamo insieme. Le mie percentuali al tiro da tre, in effetti, non hanno molta spiegazione, se non quella che sono uno che si fa prendere dal momento, ce ne sono alcuni in partita in cui riesco a segnare a raffica da fuori, come successo a Catanzaro, e altre nei quali, anche se faccio il mio consueto palleggio, arresto e tiro su cui faccio molto affidamento, la palla non mi entra. La percentuale ai liberi mi rende invece molto contento, su quelli cerco di essere infallibile”.

 

MEDIA La gara contro la LUISS Roma potrà essere seguita anche attraverso gli aggiornamenti costanti sul nostro account Twitter @StellaAzzurraRo