Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Ricci ancora in evidenza in Serie A, Alibegovic si conferma e Savoldelli la novità: ecco i protagonisti della nuova Alma Mater

Pubblicato il Mercoledì 31 Ottobre 2018 - Alma Mater

Salgono ancora sugli scudi due giocatori che stanno caratterizzando queste prime pubblicazioni stagionali della nostra rubrica Alma Mater. E accanto a loro una new entry che merita di essere sottolineata.

 

In Serie A sta continuando lo strepitoso inizio campionato di Giampaolo Ricci. Il lungo classe '91 si conferma in grado di accendersi rapidamente in uscita dalla panchina, nel netto ed importante blitz della Vanoli Cremona al PalaDozza contro la Virtus Bologna per 84-66 (nella nostra elaborazione grafica su foto di Zovadelli presa dalla pagina Facebook della società, la sua esultanza a fine gara) Pippo ha collezionato più punti che minuti, 16 in 15 per essere il co-capocannoniere dei suoi insieme a Peyton Aldridge, con 2/2 al tiro da due, 3/5 da tre e 3/4 ai liberi e 7 rimbalzi per 18 di valutazione, numeri che gli sono valsi per la seconda volta in quattro giornate il premio di Miglior Italiano della Serie A, vinto grazie al sondaggio online della Legabasket. Dopo il primo mese del massimo torneo il prodotto del vivaio nerostellato si conferma il 2° miglior bomber italiano, e 17° assoluto, con 16.0 punti in appena 20.3' di media, tirando con un irreale 78.9% da due (15/19) che ne fa il secondo di tutta la Serie A per precisione dentro l'arco dei 6 metri e 75. E con tre vittorie all'attivo la sua Cremona è terza in classifica alle spalle di Venezia e Milano.

 

Seconda apparizione consecutiva per Amar Alibegovic, forse ancor più decisivo di Ricci per il successo più ad effetto del quinto turno del Girone Ovest di A2. Nella trasferta della Virtus Roma in casa di Latina è stata del lungo classe '95 la stoppata su Baldassarre (immortalata a fondo pagina dalla foto di Giulio Tiberi) che ha impedito ai pontini di portare la gara al supplementare sull'84-82 per gli ospiti capitolini ad un niente dal suono della sirena conclusiva. Con quella giocata Amar ha posto la ciliegina sulla torta ad un'altra prova in doppia cifra di punti, 13 (nuovo record carriera in A2) in 25' con 3/6 da due, 2/4 nelle triple e 1/2 ai liberi, a cui ha aggiunto 6 rimbalzi per far mantenere il primato in graduatoria alla Virtus in compagnia di Agrigento, Casale Monferrato e Capo d'Orlando.

 

Passiamo in Serie B per premiare con la prima presenza in rubrica la prova di Nicola Savoldelli, che già all'esordio stagionale era stato autore di una bella prova ma perdente per la sua squadra contro Piombino (21 punti e 28 di valutazione). Sceso in estate dall'A2 di Rieti per raccogliere l'eredità dell'altro prodotto nerostellato nella cabina di regia della Fiorentina, Alessandro Grande, il 21enne ex Rieti (foto Daniele Mealli) è stato il secondo realizzatore e il miglior assistman dei viola nel derby casalingo vinto ai danni di San Miniato per 76-68, rispettivamente con 14 punti e 3 assist in 28', sommando pure 6 rimbalzi nella sfida del quinto turno che lascia la Fiorentina terza in classifica ma virtualmente prima nel Girone A con una gara ancora da recuperare.