Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato di Pasqua con saluto momentaneo all'Arena Felici per la Serie B maschile: contro i Tigers Forlì ultima uscita casalinga di regular season. Cassar: "Test da sfruttare al meglio per playout e Finali Nazionali U20 Eccellenza"

Pubblicato il Sabato 15 Aprile 2017 - Serie B Stella Azzurra

 Ultimo impegno casalingo di regular season per la Stella Azzurra Roma nel campionato di Serie B maschile 2016/17. Nel sabato di Pasqua la formazione di Germano D'Arcangeli saluterà il suo pubblico, almeno temporaneamente, con la sfida della 29^ giornata del Girone C contro i Tigers Global Sistemi Forlì, sfida in programma alle ore 18 all'Arena Altero Felici (ingresso gratuito). Sarà un saluto momentaneo, come predetto, sul parquet di casa Andrea Antonaci e compagni ci torneranno agli inizi di maggio per la gara di ritorno della serie-playout che saranno costretti a giocare al termine del campionato a causa del 14° posto in classifica che non possono più migliorare o peggiorare a due turni dalla fine. Diverso il discorso per gli ospiti romagnoli, che nella Capitale arriveranno per difendere la sesta piazza solitaria che ha già assicurato loro l'ingresso matematico ai playoff. Non mancheranno i motivi di interesse alla sfida, anche per alcuni singoli in dote al roster di Forlì, che sul parquet stellino porterà due giocatori “eterni” della pallacanestro italiana, il 40enne Rodolfo Rombaldoni, uno degli alfieri dello splendido argento olimpico ad Atene 2004, e il 39enne ex Montepaschi Siena Marco Carraretto, recordman di scudetti vinti con gli 8 titoli tricolori in bacheca.

 

CASSAR All'Arena Felici si affronteranno due motivazioni agli antipodi, dunque. In caso di vittoria e successiva sconfitta in serata della più immediata inseguitrice LUISS Roma nella trasferta in casa della vicecapolista CitySeightSeeing Palestrina, i forlivesi di Giampaolo Di Lorenzo metterebbero in cassaforte con un turno d'anticipo il sesto posto, che sulla carta dovrebbe riservare un primo turno dei playoff leggermente meno complicato, sebbene da giocare sempre con lo svantaggio del fattore campo. Quello che non avrà nei playout nemmeno la Stella Azzurra, che contro i romagnoli è chiamata a reagire dopo l'inatteso crollo della settimana scorsa nel derby del PalaLUISS (72-54 la vittoria degli universitari): “Siamo entrati in gara mosci e non abbiamo mai preso ritmo in partita, il 14-0 di parziale iniziale ci ha distrutto. Magari si è sentita anche l'assenza di Todor (Radonjic, ndc), che nelle vittorie contro Viterbo e Maddaloni ma anche nella partita persa al supplementare con Teramo ci aveva sempre dato una grossa mano da quando è tornato con noi”, è l'analisi a distanza di qualche giorno di Kurt Cassar. Il 2.08 pivot stellino (nella foto d'apertura, in post basso durante la sfida dell'Eurolega U18 contro la GBA Praga) promette che l'approccio soft non ci sarà con Forlì, vincitrice per 104-93 all'andata facendo registrare il record stagionale di punti proprio ai danni della difesa nerostellata: “Vogliamo dare tutto quello che abbiamo dentro per congedarci bene dalle sfide casalinghe di una regular season in cui non abbiamo ottenuto quanto ci aspettavamo, lanciando così un segnale in vista dei playout. In settimana ci siamo allenati pure tanto e la partita con Forlì sarà un test anche per le Finali Nazionali U20 Eccellenza che affronteremo tra meno di dieci giorni. Noi partiamo sempre con l'idea di voler vincere, vedere come siamo messi in attacco e difesa, i problemi che dobbiamo risolvere, per cui anche una gara che per noi conta zero in classifica significa invece molto per altre considerazioni. All'andata a Forlì non abbiamo difeso ma in attacco ci siamo stati come dimostrano i 93 punti realizzati (anche questo record stagionale della Stella, ndc), in generale dobbiamo lavorare di più in difesa ché poi in attacco sappiamo come segnare”.

 

VIS NOVA O PATTI? La Stella Azzurra sa già da una settimana di non avere il fattore campo dalla sua parte nei playout, ma deve ancora conoscere chi sarà la sua avversaria tra Vis Nova Simply Roma e Sport è Cultura Patti, la prima avanti di 2 punti in classifica sui siciliani, questi ultimi con il vantaggio dello scontro diretto dalla propria parte. Dati che rendono ancora impossibile decifrare chi sarà la sfidante degli stellini nella lotta per non retrocedere. Tra i concittadini capitolini, impegnati in questo turno sul parquet della capolista Cuore Basket Napoli ormai certa del suo primato finale, e Patti, attesa dall'incontro interno contro una delle tre vicecapolista, l'Air Fire Valmontone, Cassar mostra una preferenza: “Ritengo che Patti sia più abbordabile, la Vis Nova è un po' più forte anche se ha perso in casa lo scontro diretto proprio nella scorsa giornata. Per ragioni di viaggio dovrei dire che preferirei incontrare la Vis Nova, ma giocatori come Casale e Rossetti è sempre meglio evitare di averli dalla parte opposta in una sfida-playout. Anche come costituzione di squadra Patti è un'avversaria che si sposa meglio con noi, sebbene sono cosciente come ultimamente a casa loro sia diventato più difficile andare a vincere”.

 

HAPPY DAYS Il classe '99 proveniente dal sole e dal mare dell'isola di Malta arriva alla sfida con Forlì dopo una settimana diversa dalle altre. Giovedì è diventato maggiorenne tagliando il traguardo dei 18 anni e il regalo se l'era fatto il giorno prima chiudendo da top scorer nella gara dell'Interzona U18 Eccellenza dominata contro l'Aurora Jesi, sesta vittoria di fila che avvicina sempre più l'imbattuta capoclassifica nerostellata alla qualificazione diretta alle Finali Nazionali, come già successo per l'U20: “Sinceramente credo che come U18 siamo troppo forti e possiamo vincere lo scudetto”, Kurt non nasconde certo le ambizioni. “Invece con l'U20 è un po' più difficile, non abbiamo nessun '97 in rosa, soltanto tre '98 e il resto siamo tutti '99 e 2000 e quindi siamo più “sottoetà” rispetto alle altre formazioni. Sia chiaro, tuttavia, che pure nell'U20 puntiamo a vincere ma anche una nuova salita sul podio sarebbe un bel risultato dopo il terzo posto della scorsa stagione”.

 

KURT IN PROGRESS Dopo la prestigiosa esperienza dell'invito all'NBA Basketball Without Borders di Helsinki, il camp in cui è stato visionato da tecnici e scout NBA insieme ai migliori U18 d'Europa, al suo primo anno di Serie B Kurt ha risposto finora con 5.6 punti+3.9 rimbalzi in 15.6 minuti per gara, con un high di 15 punti e 12 rimbalzi fatti registrare tutti nella recente partita casalinga contro Cefalù: “Ad inizio stagione il debutto in Serie B mi ha messo eccitazione, avevo un po' di paura, non ci avevo mai giocato prima, poi dal mese di dicembre ho avuto più fiducia, ho ascoltato maggiormente i consigli dei miei allenatori, sebbene continuassi ad essere altalenante. Non posso dire che sono andato bene o male, posso dire che in certe situazioni e in certe partite ho giocato bene e altre no. L'aspetto più avanzato del mio gioco è in attacco, dove so di avere diversi punti nelle mani, devo viceversa migliorare in difesa nel tenere l'uomo sul mismatch e a rimbalzo. Per quanto riguarda la parte fisica devo usare più il mio corpaccione e giocare con più energia ed entusiasmo”.

 

MEDIA La gara contro i Tigers Global Sistemi Forlì potrà essere seguita anche attraverso gli aggiornamenti continui sul nostro account Twitter @StellaAzzurraRo