Ennesimo “esordio” casalingo nel campionato di Serie B maschile per la Stella Azzurra Roma. E sono molte le analogie con la volta precedente. Era infatti già successo poco prima della sosta natalizia che la squadra nerostellata tornasse a giocare una partita nella sua Arena Altero Felici ad un mese esatto di distanza dalla precedente. L'occasione fu il recupero di campionato contro Pozzuoli, finito poi felicemente per il quintetto di Massimo Prosperi. E domani la Stella ri-debutterà sul parquet amico ancora un mese dopo l'ultima gara, sempre in un recupero infrasettimanale e sempre contro un'avversaria campana. Nell'impianto di Via Flaminia alle ore 20 arriverà la Scandone Avellino (ingresso gratuito), match della 17^ giornata del Girone D della terza serie nazionale, rinviato sabato scorso per l'impegno di gran parte del roster nerostellato alla tappa di Monaco di Baviera dell'Eurolega Under 18.

 

SCONTRO SALVEZZA La sfida del secondo turno di ritorno riveste un'importanza strategica nel cammino stagionale sia dei padroni di casa che degli ospiti. I 14 punti e l'undicesimo posto in classifica della Stella la pongono fuori appena 2 lunghezze (ma con una gara in meno) dalla zona playout, dove invece è pienamente dentro l'avversaria irpina, rimasta quattordicesima e terzultima della graduatoria a quota 8 (anch'essa ovviamente con una partita in meno) malgrado il successo casalingo dell'ultima giornata ai danni di Scauri. L'ottava vittoria in diciassette gare non soltanto allontanerebbe un po' di paura nella squadra nerostellata facendole affrontare con più leggerezza il nuovo doppio viaggio consecutivo in Puglia sui campi di Corato e Nardò, ma la rimetterebbe anche in gioco per la lotta-playoff riagguantando in nona piazza Valmontone a -2 dalla fatidica ottava piazza. Oltretutto si è ancora a caccia della prima gioia del 2020 dopo le due trasferte infruttuose in terra pugliese contro Bisceglie e Ruvo di Puglia e un'ulteriore motivazione è rappresentata dal vendicare la sconfitta dell'andata (67-53, nella foto d'inizio pagina di Sergio Mazza un tiro nella gara di Kevin Ndzie), una delle peggiori prestazioni offerte in questa stagione dalla giovane formazione romana, che al PalaDelMauro venne punita anche dall'efficacia di un prodotto del proprio vivaio, Bruno Ondo Mengue, top scorer dell'intero incontro con 18 punti.

 

EMOZIONE EUROPEA Per il pubblico dell'Arena Felici la gara contro la nobile decaduta irpina, fino all'anno scorso in Serie A e annunciata con una trentina di tifosi al seguito, sarà l'occasione di rivedere per la prima volta dal vivo buona parte dei giocatori che sono stati grandi protagonisti della già citata tappa tedesca dell'Adidas Next Generation Tournament, dove l'U18 ha ceduto in finale al Real Madrid dopo le tre larghe affermazioni del girone di qualificazione ai danni di Ratiopharm Ulm, CSKA Mosca e dei padroni di casa del Bayern, vedendo svanire soltanto all'ultima curva il traguardo della Final Eight di Colonia.

Eurolega U18, Stellazzurra seconda all'ANGT di Monaco: le dichiarazioni del gm Rossi e Canka
Serie B maschile, Stella Azzurra ko nel recupero infrasettimanale vs Avellino