Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Crollo Stella Azzurra nel derby romano di Serie B maschile: la LUISS domina in casa per 72-54, niente fattore campo nei playout

Pubblicato il Sabato 8 Aprile 2017 - Serie B Stella Azzurra

 Con 2 turni d'anticipo la Stella Azzurra Roma dice addio alla possibilità di avere il vantaggio del fattore campo nei playout del Girone C del campionato di Serie B maschile di basket. A decretarlo gli anticipi del sabato del 28° turno, la sconfitta della squadra stellina in casa della LUISS Roma e la vittoria dell'unica formazione che poteva ancora essere raggiunta in classifica, lo Sport è Cultura Patti, passato sul parquet della Vis Nova Simply Roma per 63-59. Risultati che chiudono definitivamente l'eventualità della rimonta al 13° posto dei siciliani, ormai irraggiungibile visti i 6 punti di ritardo per i nerostellati di Germano D'Arcangeli, che quindi saranno costretti a non avere il fattore campo dalla propria nella serie-playout a fine regular season. Quasi matematico il 14° posto di Andrea Antonaci e compagni, che in caso di sconfitta negli ultimi due turni potrebbero essere superati dalla MecSan Maddaloni soltanto se i campani collezionassero il filotto di vittorie nelle loro ultime tre gare (Scauri in casa oggi pomeriggio, a Catanzaro e in casa contro il Viterbo suo coinquilino all'ultimo posto).

 

Se la Stella finirà effettivamente in quattordicesima piazza, il successo di Patti ha riaperto il discorso relativo a chi sarà l'avversaria nerostellata nei playout, ovvero la 13^ della graduatoria. Patti ha accorciato a -2 il ritardo in classifica dal 12° posto della Vis Nova, nei confronti della quale vanta anche il 2-0 nello scontro diretto. Se negli ultimi due turni la squadra siciliana riuscirà ad ottenere almeno una vittoria in più rispetto al quintetto capitolino supererà la Vis Nova che diventerà di conseguenza l'avversaria della Stella Azzurra nella serie per non retrocedere al meglio delle tre gare; nel caso contrario in cui la Vis Nova riuscisse a mantenere il +2 in classifica, la Stella se la vedrà con Patti. Il calendario delle ultime due giornate prevede per gli isolani la sfida casalinga alla vicecapolista Air Fire Valmontone (che deve difendere il suo secondo posto dall'assalto di Barcellona e Palestrina) e il derby in casa della Zannella Cefalù (che si sta giocando l'ingresso nei playoff), mentre la Vis Nova è attesa nella prossima giornata dalla visita alla capolista Cuore Napoli Basket e all'ultima ospiterà il Basket Scauri (che al pari di Cefalù si gioca uno degli ultimissimi posti per i playoff).

 

La trasferta della Stella Azzurra in casa LUISS è andata malissimo. Nel derby capitolino del PalaLUISS i padroni di casa di Andrea Paccariè hanno dominato per 72-54 gli stellini, di fatto mai entrati in partita. Sfida subito marchiata dal 14-0 iniziale degli universitari, partenza-choc che gli ospiti non sono mai riusciti a riportare sotto la doppia cifra di svantaggio nel corso del match, perdendo tutti i primi tre periodi e pareggiando il quarto giocato comunque con il punteggio già in cassaforte per la LUISS dopo il 55-37 del 30°. Quello che si sperava potesse essere l'inizio della rimonta nella volata finale della regular season per avere il vantaggio del fattore campo nei playout si è trasformato in un netto passo indietro rispetto alle ultime 5 prestazioni dei giovani nerostellati, che venivano dai due successi negli spareggi-salvezza con Viterbo e Maddaloni e dalle tre sconfitte tutte risicate con Cefalù, Teramo e Scauri. Quantomeno la contemporanea sconfitta del Balletti Park Hotel Viterbo in casa dei Tigers Global Sistemi Forlì (63-55) ha assicurato la matematica certezza di aver evitato la retrocessione diretta, considerato il +4 mantenuto sul fanalino viterbese, indietro anche nello scontro diretto.

 

La LUISS ha sempre fatto la voce grossa in difesa, non lasciando mai soluzioni facili agli avversari, e sottocanestro, con la coppia di lunghi titolare Ramenghi e Beretta a indirizzare ben presto il tutto, chiudendo alla fine il primo da top scorer con 19 punti+7 rimbalzi e il secondo con una doppia doppia consistente da 16+14 rimbalzi, per un conto che per quanto riguarda le carambole conquistate sul ferro ha visto anche qui l'eloquente vittoria per 51-31 dei padroni di casa. La Stella ha provato a scuotersi con l'ingresso dalla panchina dei due più giovani della compagnia, il classe 2000 Mattia Palumbo e il 2001 Djordje Pazin, Palumbo aveva dato qualche speranza di ritornare in carreggiata segnando, dopo il primo canestro stellino a 6 minuti e mezzo dalla palla a due iniziale, 8 punti nel 22-10 dell'11°, speranza poi rimasta vana sebbene pure il tiratore serbo abbia cercato di spalleggiarlo ad inizio ripresa coi 5 punti in fila del 43-29 per aprire il terzo periodo, anche questa rimonta tramontata presto visto che pure gli esterni luissini Marcon e Scuderi, insieme all'estrema concretezza nel tiro da fuori di Bonaccorso, hanno dato un buon contributo per far riallontare la LUISS. Che poi col 7-0 di inizio quarto periodo ha toccato il +25 come picco massimo in partita (62-37).

 

Per la Stella da valutare pure l'infortunio alla caviglia del capitano Andrea Antonaci, crollato dolorante a terra ad inizio ripresa e mai più tornato sul parquet. Al termine Palumbo ha chiuso da miglior realizzatore stellino con 14 punti, seguito dai 12 di Pazin.

 

In classifica la LUISS continua la sua corsa all'interno della zona-playoff infilando la 15^ vittoria per il 7° posto solitario, mentre dopo il 22° ko la Stella Azzurra attende gli ultimi due impegni della stagione regolare, la sfida delle ore 18 del sabato di Pasqua, 15 aprile, sul parquet amico dell'Arena Altero Felici contro i Tigers Forli e la trasferta della settimana dopo a Valmontone. Una lunga rincorsa ai playout che sarà tuttavia intervallata dall'impegno tricolore dell'intero gruppo stellino alle Finali Nazionali U20 Eccellenza di Roseto degli Abruzzi (TE) del 24-29 aprile.

 

 

LUISS ROMA – STELLA AZZURRA ROMA 72-54 (19-7, 41-26, 55-37)

LUISS: Scuderi 9, Marcon 12, Beretta 16, Ramenghi 19, De Dominicis 4, Bonaccorso 12, Pozzetti, Sanguinetti, T. Faccenda, Miriello. Coach: Paccariè.

STELLA AZZURRA: Cassar 9, L. Nikolic 9, Pazin 12, Trapani 7, Antonaci, Provenzani, Palumbo 14, Pucci 2, Gloria 1, D. Alibegovic. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Traino, Santini.

ARBITRI: Scarfò di Palmi (RC) e Praticò di Reggio Calabria.

 

 

QUI le statistiche ufficiali complete della sfida.