Due novità e una seconda apparizione stagionale nella rubrica Alma Mater relativa all'ultimo weekend dei campionati delle prime tre serie nazionali.

 

Partiamo dalla prima new entry. Todor Radonjic (a lato, nella nostra elaborazione grafica su foto di repertorio della pagina Facebook della Mens Sana Basket 1871) ha contribuito con 8 punti e il suo nuovo record stagionale di rimbalzi, 7, valutazione, 15, e minuti, 23, al successo casalingo della Mens Sana 1871 Siena ai danni di Treviglio per 96-68. Per la guardia-ala classe '97, arrivata quest'anno nella città del Palio e alla sua terza avventura in A2 dopo aver fatto tutta la trafila nel vivaio nerostellato, le cifre stagionali parlano di 4.3 punti e 3.2 rimbalzi in quasi 16 minuti di media nel Girone Ovest, dove Siena sarebbe virtualmente al terzo posto della classifica (5 vinte e 2 perse, il bilancio) senza i tre punti di penalizzazione che la retrocedono all'attuale dodicesimo posto solitario a quota 7, equidistante di 1 punto sia dalla zona-playoff che da quella playout dopo le prime otto giornate.

 

L'altra novità arriva dalla Serie B, in cui Alessandro Paesano ha realizzato una delle prestazioni più ad effetto del turno dell'intero Girone D. Valutazione 30 per il lungo classe '93 (nella foto di repertorio della pagina Facebook del suo club) nel 99-65 con cui la Viola Reggio Calabria ha battuto Valmontone nell'ottava giornata della terza serie nazionale. Il 2 metri romano ha fatto la voce grosso sottocanestro dal punto di vista realizzativo, facendo registrare il suo nuovo high stagionale con 21 punti in 27' (miglior marcatore della partita), frutto dell'8/11 da due e del 5/6 ai liberi (0/1 da tre), a cui ha aggiunto a livello difensivo anche 3 recuperi, più 6 rimbalzi. Per l'ex Palestrina le statistiche parlano fin qui di 9.5 punti+5.4 rimbalzi in quasi 26' per gara nella squadra che, anche nel suo caso, senza i tre punti di penalizzazione sarebbe al vertice del Girone D invece del sesto posto reale e che annovera anche altri due giocatori usciti dal vivaio nerostellato, Matteo Fallucca e Donato Vitale.

 

Restando in Serie B Nicola Savoldelli è stato autore di una partita perfetta o quasi e in una delle sfide più attese per la sua squadra, il derby toscano contro Montecatini. Il 21enne playmaker della Fiorentina (nella foto di Fulvio Bernardini) ha sfoderato una prova da 19 punti con 1/1 da due, 2/2 ai liberi e soprattutto 5/6 nelle triple per sbancare per 78-75 il PalaTerme, palasport che riporta alla mente della Stella Azzurra il recente, gradevole ricordo dello scudetto U18 Eccellenza, vinto proprio sul parquet termale nel giugno scorso. Nicola, peraltro autore di una tripla importante a meno di due minuti dal termine per tenere a bada il tentativo di rimonta dei padroni di casa, sta contribuendo al primo posto in classifica dei viola nel Girone A (7 vinte e 1 persa come la coinquilina Omegna dell'altro play ex Stella, Alessandro Grande) da secondo terminale offensivo dei suoi con 11.8 punti in 26.6' per partita, il risultato di alte percentuali sia dal campo (59% da due, 42% da tre) che a cronometro fermo (92% ai liberi, 19/21 il dato totale), smazzando pure 2.8 assist e prendendo 3.9 rimbalzi.

L'U18 Eccellenza abbatte anche Jesi nel nuovo big match casalingo: muro dei 100 sfondato e primato solitario rafforzato
La Stella brilla ancora ai Basket Awards della FIP Lazio: 10 premi ricevuti nell'edizione 2018