Sono due “18enni” a conquistare la menzione nell'Alma Mater settimanale. A tanto è ammontato il bottino di punti collezionato sia da Valerio Cucci che da Vincenzo Provenzani, sebbene con risvolti differenti per le rispettive squadre.

 

Cucci ha stabilito il suo nuovo record di punti da quando, da inizio dicembre, veste la maglia di Latina. Il lungo classe '95 (nella foto di Sonia Simoneschi) ne ha segnati 18 in appena 21 minuti in uscita dalla panchina, tirando 6/9 dal campo e 6/7 ai liberi, sua seconda migliore performance della stagione in Serie A2 dopo i 24 infilati nel canestro di Ferrara ai tempi in cui giocava ancora per Mantova. Sono record assoluto dell'annata, invece, i 6 rimbalzi offensivi (8 quelli totali) strappati sotto il canestro avversario per 20 di valutazione, numeri che però non sono bastati ad evitare il ko casalingo per mano di Scafati (87-92). Latina vede rallentata la sua corsa verso il terzo posto del Girone Ovest, mentre Cucci vede salire le sue medie con la maglia di Latina a 9.5 punti e 3.9 rimbalzi in 20.4 minuti nelle 12 partite giocate, tirando con il 57% da due (39/68 il dato assoluto) e l'82% dalla lunetta (27/33).

 

In Serie B quota 18 porta invece bene a Provenzani, protagonista dell'impresa della giornata nel Girone D. Il play non ancora ventenne (nella foto presa dalla pagina Facebook dell'Alfa Catania, in azione nel duello tra ex con Donato Vitale) è stato uno dei protagonisti principe della vittoria casalinga di Catania sulla Viola Reggio Calabria. Nell'88-82 dei siciliani Vincenzo mette a segno 3 triple su 4 e subisce 5 falli per firmare l'inatteso successo della penultima della classe, malgrado la prestazione importante nella parte calabrese di un altro prodotto del vivaio Stella Azzurra, Alessandro Paesano, che ha sfiorato la doppia doppia con 19 punti e 9 rimbalzi con 9/10 al tiro. Provenzani, 13.2 punti e 2.1 assist in oltre 31' per partita in stagione, sarà una delle leve su cui Catania agirà in questo finale di campionato nel tentativo di salvarsi senza passare per i playout.

 

Tornando in A2, freschissima di ieri sera la firma decisiva di Yancarlos Rodriguez nel blitz a Jesi della lanciatissima Roseto nel recupero del 21° turno. E' stato il 24enne playmaker (foto Daniele Capone) a permettere agli abruzzesi di prendere il controllo della partita con un impatto devastante in uscita dalla panchina nel corso del primo tempo, chiuso già a quota 17. Al dilagante 106-93 finale, che vale al quintetto di Germano D'Arcangeli il quarto successo consecutivo e il consolidamente dentro la zona-playoff del Girone Est con il settimo posto in classifica, “Jef” ha apportato alla fine 20 punti stabilendo il suo nuovo record stagionale di assist con 8 e subendo 6 falli convertiti con il perfetto 7/7 dalla lunetta nei quasi 35 minuti sul parquet.

Yannick Nzosa brilla all'Eurolega U18: da Kaunas gli highlights del miglior centro della tappa lituana
VIDEO INTERVISTA Attività di perfezionamento StellaNation: la Virtual Reality