Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Finali Nazionali U20 Eccellenza, la Stella Azzurra stacca il biglietto per i quarti di finale: 2° posto finale nel Girone A grazie alla decisiva vittoria contro i Pino Dragons Firenze. Domani sfida all'Aurora Desio

Pubblicato il Mercoledì 26 Aprile 2017 - U20 Ecc. Stella Azzurra

 La Stella Azzurra avanza ai quarti di finale delle Finali Nazionali U20 Eccellenza di Roseto degli Abruzzi (TE). Nella terza e decisiva sfida del girone di qualificazione la squadra di Germano D'Arcangeli ha battuto oggi i Pinodragons Firenze per 74-66, conquistando così il 2° posto finale del Girone A a danno proprio dei toscani, eliminati dalla competizione tricolore.

 

Nell'autentico spareggio dentro-fuori del PalaMaggetti contro la seconda forza della Toscana, gli stellini (nella foto d'apertura di Andrea Cusano, l'esultanza della panchina durante il match) legittimano il successo restando praticamente sempre avanti nel punteggio tranne per un unico sorpasso dei fiorentini a metà secondo quarto (19-20), durato però pochi istanti. Curiosamente quasi in fotocopia i parziali pro-Stella dei tre quarti finali dopo il 10-6 stellino del primo: 21-20 sia il secondo che il terzo, 22-20 l'ultimo. Gli esterni nerostellati hanno vinto la battaglia contro l'eterna zona difensiva della formazione di Lapo Salvetti, le 11 triple segnate (sebbene con il 29% di realizzazione) hanno avuto un valore fondamentale per la vittoria, decisivi i siluri da lontano e anche la precisione ai liberi del play classe 2000 Mattia Palumbo (nella foto a lato, in percussione offensiva), per la seconda volta consecutiva top scorer di squadra con 18 punti in uscita dalla panchina (4/11 da tre, 6/10 dalla lunetta), di Lazar Nikolic (3/9 da tre e pure 3 recuperi, nella foto a fondo pagina al tiro), autore di 15 punti al pari di Vincenzo Provenzani (2/6 dall'arco, 7/7 ai liberi, nella foto sotto). A completare l'opera il dominio a rimbalzo d'attacco dei due lunghi titolari Joseph Mobio (4, 13 totali) e Jordan Bayehe (5, 9 complessivi), ben coadiuvati da capitan Andrea Antonaci (4 le sue carambole offensive) per l'eloquente conto finale di 21-5 a favore della Stella Azzurra.

 

Dalla parte fiorentina Giovanni Corbinelli ha provato fino all'ultimo a rovinare i piani agli stellini con triple impossibili (5/12 da oltre l'arco) che hanno contribuito a fruttargli 25 punti, ma proprio dopo il suo ennesimo canestro da tre per il -2 toscano del 61-59 a 3'45" dal termine della gara, la Stella ha piazzato il break decisivo: un 8-0 firmato dal 3/3 ai liberi di Provenzani su un fallo subito al tiro dalla lunga distanza, da altri 2 punti dalla lunetta di Palumbo, che completava poi l'opera con la tripla del 69-59 a 2' esatti dalla sirena finale. Firenze aveva ancora un ultimo sussulto (tripla di Passoni per il 69-64 a -1'17"), ma 4 liberi equamente distribuiti tra i soliti Palumbo e Provenzani mettevano la parola fine con il 73-64 a -39".

 

Chiuso il Girone A a 4 punti dietro l'imbattuta vincitrice Consultinvest Pesaro a quota 6, con Pino Dragons a 2 e i campioni in carica della Jumbo Collection Pall. Cantù a 0 ed eliminati anch'essi, domani Antonaci e compagni giocheranno il quarto di finale in programma alle ore 18 sempre al PalaMaggetti contro la Rimadesio Aurora Desio, prima classificata da imbattuta del Girone B con 6 punti davanti ai Crabs Rimini, qualificati come secondi a quota 4, e alle eliminate Novipiù Casale Monferrato, terza con 2 punti, e Grissin Bon Reggio Emilia, ultima senza vittorie.

 

STELLA AZZURRA ROMA – PINO DRAGONS FIRENZE 74-66 (10-6, 31-26, 52-46)

STELLA AZZURRA: Provenzani 15, L. Nikolic 15, Mobio 4, Bayehe 5, Eboua 5, Ianelli, Trapani 1, Seye, Palumbo 18, D. Alibegovic 6, Antonaci 5, Panopio ne. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Traino, Santini.

FIRENZE: Filippi 6, Cometti 6, Passoni 8, Zappia 6, Corbinelli 25, Ferrari, Merlo 13, Macigni 1, Goretti, Pezzati, Nardi 1, Catarzi ne. Coach: Salvetti.

ARBITRI: Attard, Boninsegna, Spinelli.

 

QUI le statistiche ufficiali complete della partita.

 

 

QUI la photogallery completa (foto Andrea Cusano).