Un abitudinario che sembra vicino a centrare un risultato di quelli da ricordare e una new entry assoluta. E' un'Alma Mater nerostellata dai protagonisti agli antipodi quella relativa alla scorsa giornata dei primi tre campionati senior italiani.

 

La “vecchia” presenza della rubrica è quella di Amar Alibegovic, uscito fuori come un vero campione in una delle partite più importanti dell'anno. La sua migliore prova stagionale l'ha infatti collezionata in una gara che diceva molto sulle ambizioni di promozione diretta in Serie A della Virtus Roma, la difficile sfida casalinga contro un'avversaria ormai abituata da anni alle sfide di vertice in A2, Agrigento. Nel 91-81 con cui la capolista solitaria capitolina ha respinto la voglia dei siciliani di entrare sempre più dentro la zona-playoff del Girone Ovest, l'ala grande classe '95 prodotta dal vivaio nerostellato (nella foto di Gennaro Masi) è stata il top scorer dei suoi con 19 punti in appena 21 minuti, suo record di marcature eguagliato nella seconda serie nazionale. Il suo bottino l'ex Stella Azzurra l'ha messo su con percentuali altissime al tiro, 6/8 da due, 1/2 da tre e 4/4 ai liberi, per 21 di valutazione, in questo caso suo nuovo high assoluto in A2. Il successo permette alla Virtus di tenersi in pole position per il passaggio diretto al massimo campionato quando mancano tre partite alla fine dei giochi, mantenendo il +2 su Capo d'Orlando che virtualmente è un +4 considerato il vantaggio nello scontro diretto a favore della squadra di Amar. Che al torneo di vertice dei romani sta contribuendo con 7.0 punti e 3.9 rimbalzi in quasi 17' di media, tirando con il 55% da due e il 34% da tre.

 

Dopo un periodo non facile il ventisettesimo turno della Serie B è stato quello della rinascita per Davide Pucci. Il playmaker classe '98 (nella foto della pagina Facebook della Green Basket Palermo) ha infilato anche lui la sua performance stagionale più brillante in uno scontro particolarmente significativo per la sua squadra, la sfida diretta all'interno della zona alta dei playout del Girone D tra la sua Green Palermo e la Virtus Valmontone. Alla fine la vittoria ha sorriso ai padroni di casa laziali per 79-76 dopo un match condotto per la maggior parte del tempo dagli ospiti siciliani, sfruttando anche la prova da 12 punti in 26' di Davide, che ha tirato con 3/4 da due e 2/3 da tre.

Che terzetto per l'Alma Mater: Rodriguez, Guariglia e Grande gli ex nerostellati più in evidenza della settimana
U18 Eccellenza, debutto con brivido nella seconda fase: Eboua decide all'overtime la sfida contro Reggio Emilia