E' stato un turno di campionato davvero da record per tanti giocatori usciti dal vivaio Stella Azzurra, l'ultimo giocato nello scorso weekend. Alla fine la nostra scelta per la consueta Alma Mater settimanale è caduta soltanto su 3 giocatori ma erano oltre il doppio gli ex nerostellati che avrebbero meritato anch'essa la grafica ad hoc.

 

La prestazione più ad effetto è stata quella del “solito” Giampaolo Ricci, che partita dopo partita sta scrivendo nuove pagine esaltanti del suo libro da giocatore di Serie A. Con i 27 segnati in appena 24 minuti in uscita dalla panchina, Giampaolo (al tiro durante la partita, nella nostra elaborazione grafica su foto di Zovadelli) ha stabilito il suo nuovo record carriera di punti nel massimo campionato italiano e propiziato il blitz vincente della Vanoli Cremona in casa dell'Oriora Pistoia per 73-90. L'ala grande classe '91 - al nuovo record anche di canestri realizzati in una singola partita, 9 - ha bombardato la retina avversaria soprattutto dall'arco dei tre punti, 5/8, chiudendo il cerchio con 4/7 da due e 4/6 ai liberi. Numeri che stanno contribuendo ad imporlo sempre più come il miglior italiano, per produzione al minuto, dell'intera Serie A dopo le prime sei partite: giocando la metà dei canonici quaranta minuti disponibili in partita, 20.8 per la precisione, Giampaolo è il 16° cannoniere assoluto del campionato con 16.2 punti di media (il secondo italiano dietro solo a Pietro Aradori che vanta appena un decimale in più, 16.3), il 1° per percentuali al tiro da due con il 73.3% (22/30 il dato totale) e il 12° per numero di triple realizzate, 13 su 38 tentativi, pari al 34.2% di realizzazione. Il tutto per 14.2 di valutazione, terzo italiano della classifica di specialità. E con 5 vittorie in 6 partite, migliore partenza della storia del club lombardo in Serie A, Cremona si conferma al terzo posto della graduatoria dietro alle imbattute Milano e Venezia.

 

Il momento d'oro personale e di squadra sta proseguendo anche per Amar Alibegovic. La 23enne ala grande (nella foto di repertorio presa dalla pagina Facebook della Virtus Roma) è stata il top scorer dei suoi, insieme a Chessa, nel 95-89 con cui la Virtus Roma ha sbancato il parquet di Capo d'Orlando installandosi al primo posto solitario della classifica del Girone Ovest di Serie A2 dopo questo settimo turno: i 19 punti messi a referto (nuovo record in carriera a livello senior) Amar li ha segnati in 25 minuti ai limiti della perfezione al tiro, con 5/6 da due e l'immacolato 3/3 da tre. Nel campionato del prodotto nerostellato da rimarcare anche i 5.7 rimbalzi che ne fanno il secondo miglior rimbalzista della capolista dietro all'irraggiungibile Henry Sims, secondo specialista del girone.

 

Prima apparizione dell'annata in rubrica per Matteo Fallucca, che se l'è guadagnata nel ritorno nella Capitale sul campo della Tiber Roma, espugnata dalla sua Viola Reggio Calabria per 82-69 nella settima giornata del Girone D di Serie B. L'ala piccola del 1993 (nella foto di repertorio dalla pagina Facebook della Viola Reggio Calabria) è stato il miglior realizzatore dei suoi scrivendo un ventello tondo in 28 minuti grazie al 3/4 da due, al 4/8 da tre e al 2/2 ai liberi. All'attuale primo posto in graduatoria dei calabresi - formazione in cui militano anche altri due prodotti Stella Azzurra, Alessandro Paesano e Donato Vitale - Fallucca sta contribuendo da top scorer stagionale della squadra con 11.6 punti di media e il 45.5% nelle triple (20/44), 6° bomber da oltre l'arco di tutto il girone.

 

Per gli altri esclusi dalle nostre grafiche ma che meritano almeno una menzione, c'è da registrare la prima doppia doppia in A2 di Paul Eboua, 11 punti+11 rimbalzi e anche 2 stoppate in 22' per la guardia classe 2000 nella sconfitta interna di Roseto contro Montegranaro (62-69), i nuovi high in A2 in punti (8), rimbalzi (7) e valutazione (12) del 2.07 Adama Ba nel ko di Cento a Udine (85-76), i 9 punti in 9' con 3/4 da tre del 18enne Mattia Palumbo per favorire uno dei successi più a sorpresa del turno di A2, quello di Treviglio sul campo di Agrigento, che con l'83-91 finale ha perso l'imbattibilità casalinga stagionale e il primato in classifica. Infine, scendendo in Serie B, ennesima prestazione monstre di Alessandro Grande nel Girone A: stavolta il play classe '94 della capolista Omegna ha piazzato una tripla doppia da 16 punti+11 rimbalzi+10 assist nell'87-65 interno ai danni di San Giorgio su Legnano.

Il calendario settimanale delle gare casalinghe all'Arena Altero Felici dal 12 al 18 novembre
E' ancora nazionale maggiore per Matea Nikolikj: in campo con la Macedonia per le qualificazioni europee