Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Capitan Radonjic festeggia 19 anni e avverte i compagni: "L'esclusione di Napoli ci facilita la lotta-salvezza, ma attenti alla trappola-Fondi"

Pubblicato il Venerdì 1 Aprile 2016 - Serie B Stella Azzurra

 Dopo la sosta pasquale torna l'impegno col campionato di Serie B maschile per la Stella Azzurra Roma. E' tempo di concentrarsi sulla volata finale della regular season del Girone C, che inizia sabato 2 aprile alle ore 18 ospitando all'Arena Felici il fanalino di coda Oasi di Kufra Fondi per la dodicesima giornata di ritorno, quartultima stagionale (ingresso gratuito). Una volata che per i nerostellati di Germano D'Arcangeli è stata agevolata in settimana dall'esclusione dal campionato per problemi economici della Mimi's Napoli, che facendo scalare la Stella un posto verso l'alto l'ha letteralmente tolta dalla parte rossa della classifica, regalandole il 10° posto con 4 punti di vantaggio sulla zona-playout aperta dalla Mec San Maddaloni, nei confronti della quale Donato Vitale e compagni vantano anche il 2-0 nello scontro diretto. Pure Fondi ha tratto grande giovamento dall'addio partenopeo, perché la sua eventuale ultima piazza finale non la condannerà più alla retrocessione diretta, di fatto “assegnata” a Napoli, ma le concederà la chance di giocarsi la salvezza attraverso i playout. Il quintetto pontino che arriva sul parquet romano, in ogni caso, è un'avversaria che resta palesemente in difficoltà, col suo ultimo posto legittimato dalle 3 vittorie appena nelle 25 partite giocate, a -12 dalla Stella Azzurra e con una striscia aperta di 9 sconfitte con cui si presenterà alla sfida. Proprio contro il quintetto fondano di Massimo Macaro e del presidente-giocatore Pino Romano gli stellini hanno inaugurato all'andata il loro momento più felice della stagione, perché dal successo in volata per 67-66 a Fondi inanellarono una sfilza di 4 vittorie.

RADONJIC Non c'è solo l'esclusione di Napoli ad aver “alleggerito” il finale di stagione stellino. La gara con Fondi inaugura infatti la parte di calendario finalmente in discesa per la Stella, che nelle 4 gare che mancano affronterà le ultime 3 della graduatoria (Isernia e Venafro, le altre due). Il capitano Todor Radonjic indica comunque ai compagni che la concentrazione va tenuta ancora alta: “La novità degli ultimi giorni ci ha tolto sicuramente un peso perché adesso il traguardo della salvezza è molto più vicino. Però non è ancora sicuro che siamo salvi, ci sono ancora 4 gare e dobbiamo partire con l'idea di vincerle tutte, perché vincere aiuta a vincere anche per il prosieguo della nostra stagione nei campionati giovanili in cui siamo coinvolti”, avverte l'ala piccola montenegrina, che proprio nel giorno di vigilia del match ha festeggiato i suoi 19 anni. All'andata il classe '99 Emanuele Trapani firmò uno dei suoi 4 ventelli stagionali in Serie B con 21 punti, seguito dai 17 di Mattia Da Campo e da una delle migliori prove stagionali di Tommaso Guariglia, che piazzò una doppia doppia di grande rilevanza con 16+10 rimbalzi. “Non dobbiamo sottovalutare Fondi, non possiamo partire senza energia, dobbiamo essere subito aggressivi, è vero che loro sono ultimi in classifica ma non sono una squadra scarsa – continua il Capitano –. Di recente, poi, hanno aggiunto un pivot come l'ex Palestrina e Valmontone Alessando Di Giacomo che per loro è molto importante perché fa canestro da sotto ed occupa molto spazio col suo fisico, per cui sarà una difficoltà in più per noi”.

MONDIAL BASKETBALL La sosta pasquale non è stata in realtà vera sosta per il gruppo stellino, che proprio nei giorni a cavallo della festività è stato impegnato come U20 nel Mondial Basketball di Cholet. Nel torneo francese a 12 squadre i ragazzi di D'Arcangeli (nella foto nel torneo transalpino) hanno perso soltanto la finalissima tutta italiana contro la PMS Moncalieri (60-62), ko arrivato sul filo di lana per colpa di un canestro sulla sirena dei piemontesi. “E' stata un'altra bella esperienza, ci ha fatto diventare un po' più squadra – analizza Todor –. Nonostante abbiamo tirato con uno scarso 28% dal campo siamo riusciti a giocarci la finale sino all'ultimo secondo, uscendo a testa alta. Oltretutto, in una competizione con un livello molto alto di giocatori, il nostro gruppo di giocatori è il primo che sia riuscito ad arrivare in finale nelle 4 partecipazioni della Stellazzurra Academy al Mondial Basketball”. Lui ha chiuso la finale da top scorer e primo rimbalzista dei suoi con 16 punti+9 rimbalzi: “Germano mi ha tenuto in campo per 38' e ho dato il mio massimo sia in attacco che in difesa, come testimoniano anche le 5 palle rubate: nonostante faccia i miei errori, il coach mi tiene in campo perché sa che prima o poi qualcosa di buono la combino”.

 FUTURO Miglior realizzatore e rimbalzista di squadra il montenegrino lo è anche nella stagione di Serie B, coi suoi 12.2 punti+6.2 rimbalzi: “Visto che sono il più grande e con più esperienza del gruppo devo prendermi tante responsabilità rispetto agli altri compagni, durante le gare devono tenerli d'occhio a questi qui...”, sorride “Tosho”. Un'annata così lo potrebbe portare a fine stagione a spiccare il volo verso altri lidi per un futuro di carriera interessante: “Il futuro? Questa stagione ancora non è finita, a fine aprile avremo le Finali Nazionali U20 Eccellenza, nelle quali cercheremo di riportare lo scudetto a casa nostra un'altra volta. Per l'anno prossimo punto a salire di categoria andando in A2, torneo nel quale potrò migliorare come giocatore perché giocando contro gente molto più forte migliorerò pure io”.

MEDIA La gara contro l'Oasi di Kufra Fondi potrà essere seguita anche attraverso gli aggiornamenti continui sul nostro account Twitter @StellaAzzurraRo