Un “millennial” che sta diventando un veterano della Serie A A2 e due giocatori che sono da tempo certezze della Serie B. Sono questi i protagonisti dell'Alma Mater di questa settimana, la rubrica che accende i riflettori sui prodotti del vivaio nerostellato autori di prestazioni di rilievo nei tre principali campionati italiani.

 

Nella seconda giornata di ritorno della seconda serie è brillato il talento del classe 2000 Mattia Palumbo, al “microonde” nella vittoria di Treviglio su Capo d'Orlando per 92-88. In appena 14 minuti il playmaker romano (nella foto di Danilo Scaccabarosi) ha segnato 16 punti con 1/2 da due, 3/5 da tre e 5/6 ai liberi. Al suo record stagionale eguagliato di segnature, Mattia ha aggiunto anche 4 rimbalzi e 4 recuperi per 17 di valutazione, in un successo dagli effetti importanti in classifica per i lombardi contro una diretta rivale della zona-playoff del Girone Ovest, nella quale Treviglio è attualmente dentro per un soffio con 18 punti in 17 partite, nelle quali il prodotto del club di Via Flaminia sta contribuendo con 7.5 punti in oltre 18' per gara, tirando con il 37.7% da tre (più di 3 tentativi e mezzo di media).

 

Scendendo in Serie B, altra prestazione da migliore dei suoi per Ennio Leonzio, che prosegue nella stagione di belle soddisfazioni sia a livello personale che di squadra. La sua Amatori Pescara ha ottenuto il tredicesimo successo in 16 incontri mantenendo saldamente il secondo posto in classifica nel Girone C alle spalle dell'imbattuta San Severo e la guardia classe 1994 ha collezionato la quinta prestazione sopra i 20 punti della sua annata nel derby abruzzese contro Teramo. Nel vittorioso 77-75 casalingo dei pescaresi Ennio è stato ancora una volta il top scorer della gara con 24 punti, frutto del 5/7 da due, del 2/4 nelle triple e di 8/9 ai tiri liberi, 6 dei quali consecutivi negli ultimi 70” del match per difendere il vantaggio dei padroni di casa, a cui ha dato anche 5 rimbalzi per 24 di valutazione. Il bomber di Chieti (nella foto presa dalla pagina Facebook dell'Amatori Basket Pescara) è il miglior marcatore stagionale di Pescara con 15.5 punti (8° assoluto del girone) in oltre 32' di impiego medio, con percentuali al tiro invidiabili da tutte le parti dal campo, in particolare il 41.1% da tre (7° del girone) e il 90.0% tondo dalla lunetta (5°) avendo sbagliato soltanto 8 tentativi su 80.

 

Classica gara dell'ex, sebbene non coronata dal successo, per Alessandro Paesano nella trasferta della Viola Reggio Calabria sul campo di Palestrina (nella foto di Rachele Bonanni). Contro la formazione in cui ha militato lo scorso anno, il pivot che proprio l'altroieri ha compiuto 26 anni ha infilato la sua seconda migliore prova stagionale a livello realizzativo con 23 punti, tirando con 7/10 da due, 1/2 da tre e 6/6 ai liberi in 29', nel +9 dei padroni di casa (81-72) maturato tutto nell'ultimo periodo. I calabresi restano pienamente in zona-playoff al sesto posto della graduatoria del Girone D malgrado i 3 punti di penalizzazione ed Alessandro è il secondo marcatore della squadra, dietro l'altro prodotto nerostellato Matteo Fallucca, con 12.4 punti in 27.3' con il 60.7% da due (7° del girone), più 4.8 rimbalzi.

A Valmontone la vittoria arriva all'overtime: 84-82, Eboua, Reale e Motta conservano l'imbattibilità dell'U18 Eccellenza
Alma Mater, cosa dicono di noi gli ex nerostellati: parla Abdel Fall