Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Terza in Italia: la Stella Azzurra batte Biella nella finale 3°-4° posto e conquista il podio alle Finali Nazionali U20 Eccellenza di Cantù

Pubblicato il Sabato 30 Aprile 2016 - U20 Ecc. Stella Azzurra

 Terza in Italia. La Stella Azzurra Roma conquista il podio alle Finali Nazionali U20 Eccellenza maschile di Cantù: alla Mapooro Arena di Cucciago la squadra di Germano D'Arcangeli batte la Pallacanestro Biella per 63-51 nella finale 3°-4° posto, conquistando il podio della kermesse tricolore (nella foto, la nostra premiazione). E' la degna conclusione di un torneo in gran crescendo per gli stellini, che col successo contro i piemontesi danno seguito alla bella prestazione in semifinale contro i padroni di casa della Progetto Giovani Cantù, persa solo all'overtime davanti agli oltre 3mila tifosi canturini nello storico Pianella. Vendicata anche la sconfitta del girone di qualificazione contro i biellesi di Federico Danna, che martedì scorso avevano avuto la meglio per 69-65 ed erano reduci anch'essi dal ko al supplementare in semifinale per mano della Reyer Venezia.

 

Nella finale di “consolazione” i nerostellati fanno subito capire di essere rimasti concentrati dopo la battaglia della sera prima, Da Campo e Radonjic si fanno favori a vicenda per il repentino +8, 15-7 al 6°, che costringe al primo time-out i biellesi. Che devono anche arrendersi, allo scadere del quarto inaugurale, allo schema vincente di una rimessa da fondo campo che vede Vitale alzare un alley-oop per Sikiras per il 19-12 dei primi dieci minuti. Biella chiaramente non accetta di subire passivamente, blocca in attacco la Stella costringendola ad appena 4 punti in oltre 5' di secondo periodo e trova il sorpasso dall'altra parte col bomber Luca Pollone, che allunga anche sul +5 con la tripla che vale il suo 14° punto e il 28-23 biellese del 17°. Resterà il massimo vantaggio biellese del match, presto rintuzzato da Radonjic e Vitale, che rompono l'incantesimo con due canestri permettendo a Da Campo di mettere i due liberi del sorpasso per il 29-28 di metà gara.

 

Ad inizio ripresa gli stellini tornano ad avere qualche difficoltà a centrare la retina, Wheatle e Marletta provano a rimandare in fuga Biella (29-33 al 23°), ma Lazar Nikolic con 6 punti consecutivi riporta tutto in carreggiata per la Stella, che poi con il rientrante Sikiras (a lungo in panchina per problemi di falli) e un 2+1 di Guariglia trova il +4 con cui si presenta davanti all'inizio dello sprint finale: 46-42 a fine terzo quarto. L'ultimo periodo ha un solo padrone e si chiama Stella Azzurra: capitan Radonjic segna da tre al primo attacco, Da Campo bacia la retina dalla media e un'altra tripla di Nikolic fa volare i capitolini per la prima volta in doppia cifra di vantaggio, 54-42 al 32°. A nulla vale un nuovo time-out di Danna, visto che quando si rientra sul parquet lo scatenato Radonjic segna il canestro più bello della partita con un “arcobaleno” in terzo tempo dai 5 metri che fissa il nuovo massimo scarto per gli stellini, 56-42. Biella ha un ultimo sussulto quando Mamukelashvili la guida al -9 (59-50 al 37°), ma prima Vitale e poi un assist di Guariglia per il taglio del mattatore Da Campo fanno scorrere i titoli di coda per il 63-50 a 100” dalla sirena conclusiva. Poco prima del suo arrivo D'Arcangeli concede il momento di gloria ai tre “veterani” della squadra, i classe '97 Radonjic, Guariglia e Da Campo, richiamati in panchina insieme al '99 Lazar Nikolic, tra i giocatori migliori di queste Finali malgrado i suoi 3 anni “sottoetà”.

 

Mattia Da Campo chiude da miglior marcatore e miglior rimbalzista stellino con 18 punti+7 rimbalzi, Todor Radonjic fornisce la consueta prova da capitano con 13+3 assist, Lazar Nikolic aggiunge 11+3 recuperi, importanti le presenze sotto le plance di Tommaso Guariglia e Njegos Sikiras e di Donato Vitale in mezzo al campo.

 

 Doveroso riconoscimento per il capitano Todor Radonjic, inserito nel quintetto ideale della manifestazione insieme al neocampione d'Italia canturino Ruben Zugno, ai reyerini Riccardo Visconti e Leonardo Totè e al biellese Luca Pollone (nella foto, premiati dal capitano dell'Acqua Vitasnella Cantù di Serie A, Awudu Abass, e dal ct della Nazionale U20 Pino Sacripanti).

 

Dopo lo scudetto U19 della scorsa stagione, la Stella Azzurra si conferma, anche con questa meritata medaglia di bronzo, ai primissimi posti del basket giovanile nazionale.

 

 

STELLA AZZURRA ROMA – PALLACANESTRO BIELLA 63-51 (19-12, 29-28, 46-42)

 

STELLA AZZURRA: Alibegovic D., Da Campo 18, Nikolic L. 11, Radonjic 13, Antonaci, Drigo, Guariglia 12, Vitale 4, Trapani, Gazzillo 2, Sikiras 6, Fedeli. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Cottignoli, Baiardo.

BIELLA: Pavone 5, Gatti, Pollone M., Sasso, Mamukelashvili 15, Caroli, Marletta 4, Pollone L. 14, Ouro Bagna, Massone, Wheatle 7, Rattalino 5. Coach: Danna.

 

Qui le statistiche complete della partita.