Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'imbattuta capolista stellina spegne l'Aurora: 65-33 ai danni di Jesi nell'apertura del girone di ritorno dell'Interzona U18 Eccellenza

Pubblicato il Mercoledì 12 Aprile 2017 - U18 Ecc. Stella Azzurra

 Tutto facile per l'U18 Eccellenza maschile della Stella Azzurra Roma nell'apertura del ritorno del Girone F Interregionale. Eloquente il 65-33 finale sul parquet di casa dell'Arena Altero Felici contro l'Aurora Jesi nella sesta giornata complessiva dell'Interzona e imbattibilità stagionale conservata per la squadra stellina di Germano D'Arcangeli, giunta al 20° successo in altrettante gare di campionato.

 

Contro la seconda classificata delle Marche i campioni del Lazio (nella foto, il saluto delle due squadre a fine partita) fanno la voce grossa sin dall'inizio, sfruttando l'atletismo di Bayehe incontenibile per la difesa avversaria, costretta ad incassare nel solo primo quarto tutti gli 8 punti in partita del lungo camerunese a suon di schiacciate, che insieme all'efficacia doppia dimensione difensiva e offensiva di Seye favoriscono la rapida salita del vantaggio in doppia cifra già a fine primo quarto (18-8). Mandato in panchina Bayehe per un riposo che si rivelerà praticamente definitivo tocca al sostituto Cassar prenderne il posto con pari efficacia nell'area colorato, facendo incrementare il margine non tanto per il +14 di metà partita (33-19) quanto per il 20-5 del terzo parziale, nel quale Palumbo ma anche l'intraprendenza di Ianelli sono buone spalle del maltese in attacco, mentre in difesa è tutto il quintetto stellino a togliere ancor più il respiro al già affannato attacco jesino del primo tempo. Alla sirena dell'ultima minipausa il 53-24 sul tabellone elettronico rende la frazione conclusiva una passerella dei padroni di casa, che sfiorano di un solo punto il doppiaggio degli ospiti al 40° riuscendo viceversa a doppiare il 72-55 dell'andata al PalaTriccoli.

 

Sostanzioso il contributo della panchina nerostellata, da lì si sono alzati tutti i tre migliori realizzatori della squadra, Kurt Cassar con 14 punti, il classe 2000 Mattia Palumbo con 12 e il 2001 Lorenzo Donadio con 10, in una prova dove comunque è stata soprattutto la ferrea difesa di squadra a fare maggiormente la differenza, come si capisce limpidamente dai 33 punti appena concessi ai marchigiani del coach Cagnazzo, che incassano la quarta sconfitta in 6 partite. Bottino pieno, viceversa, per la solitaria capolista nerostellata, che fa un altro deciso passo in avanti verso la qualificazione diretta alle Finali Nazionali di Udine che spetta soltanto alla prima classificata del girone.

 

Nell'ottica del pass per il torneo tricolore sarà importante la trasferta del prossimo turno in casa del Lido di Roma Basket, battuto all'andata per 68-64 e scivolato a -6 in classifica dalla Stella Azzurra dopo la sconfitta in contemporanea sul parquet del CMBK Junior Lucca (81-61) rischiando di perdere la seconda piazza che aveva prima dell'attuale turno, ora occupata in compagnia dalla formazione del litorale romano, dai toscani e dal Pescara Basket, che ha però la gara in meno che deve ancora giocare in casa del fanalino Orvieto Basket. Il match della seconda giornata di ritorno tra Lido di Roma e Stella Azzurra è in programma giovedì 20 aprile alle ore 18 al PalaTiziano di Roma.

 

STELLA AZZURRA ROMA – AURORA JESI 65-33 (18-8, 33-19, 53-24)

STELLA AZZURRA: Trapani, Provenzani 2, Pierantoni 2, Bayehe 8, Cassar 14, Palumbo 12, D. Alibegovic, Donadio 10, Panopio 2, Ianelli 5, Rinaldi 4, Seye 6. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Cottignoli, Santini.

JESI: Bordoni, Melderis, Valentini 6, Kouyate 2, Galiano 13, Mazzuferru 5, Lorenzetti 1, Zabulica 4, Massani 2, Carsetti. Coach: Cagnazzo.