Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Eurolega U18, la Porsche BA Ludwigsburg complica ma non rovina il sogno della Stellazzurra di approdare alla Final Four di Istanbul: a Belgrado c'è da vincere lo scontro diretto con la Stella Rossa e sperare nel ko dei tedeschi contro il Partizan

Pubblicato il Sabato 25 Febbraio 2017 - TAPPA BELGRADO ANGT 2016/17 - RECAP DAY 1

 La brutta seconda partita della Stellazzurra Basketball Academy nella prima giornata di gare complica ma non pregiudica ancora la conquista del primo posto nel girone di qualificazione della tappa di Belgrado dell'Eurolega U18 e la relativa possibilità di continuare a sognare un posto per la Final Four di Istanbul. Dopo il 72-65 della mattinata contro il Partizan Belgrado all'esordio stagionale nella massima competizione europea giovanile per club, la formazione di Germano D'Arcangeli è stata battuta nettamente dalla Porsche Basketball Akademie Ludwigsburg per 56-71 nella sua seconda gara nel Girone A dell'Adidas Next Generation Tournament. La successiva, netta vittoria in serata della Stella Rossa sul parquet amico della Zeleznik Hall nel derby di Belgrado contro il Partizan per 85-56 lancia i padroni di casa in testa alla classifica del Girone A a quota 4 punti: nello scontro diretto in programma sabato alle ore 14 (con diretta streaming sul canale Youtube di Tv Arena Sport), alla Stellazzurra per conquistare il primo posto finale  nel raggruppamento e il pass per la finalissima di domenica "basterà" battere la Stella Rossa e sperare che nella gara successiva il Partizan faccia altrettanto contro la Porsche BA Ludwigsburg perché a quel punto gli stellini si qualificherebbero per lo scontro diretto favorevole nell'arrivo a due con la Stella Rossa, altrimenti il successo stellino sulla Stella Rossa dovrà essere dai 19 punti di scarto in su nel caso in cui i tedeschi battessero l'altra formazione della città di Belgrado e si arrivasse così a considerare la classifica avulsa a tre squadre tra le due Stelle e i tedeschi. In caso di sconfitta contro i padroni di casa non ci sarebbe invece classifica avulsa che tenga per i nerostellati, che lascerebbe campo libero ai belgradesi dovendo accontentarsi delle finaline di consolazione della giornata conclusiva della tre giorni nella Capitale serba.

 

 

I tedeschi, che erano stati travolti per 57-79 nella gara di debutto dalla Stella Rossa, volano dal secondo quarto in poi ai danni degli stellini dopo aver chiuso sotto di 3 lunghezze i primi dieci minuti di gioco (13-10). Trascinata dal duo tedesco di origine slava composto da Mateo Seric (nella foto d'apertura, una sua schiacciata ad una mano contro la Stellazzurra) e Malik Kudic, Ludwigsburg fa progredire via via il vantaggio nei tre quarti finali, con Seric a segnare 10 punti nel secondo parziale (più dei 9 di tutta la Stellazzurra) e Kudic a completare l'opera con il mortifero 4/4 da tre nel terzo periodo (finirà con 5/6 dall'arco). Arrivatao al 30° in doppia cifra di vantaggio con il 53-40, il quintetto di Felix Czerny vola nell'ultimo periodo anche sul +19 di massimo margine (69-50 al 36°), poi Nikolic con una serie di iniziative personali riduce parzialmente il passivo per i nerostellati ad un comunque pesante -15 finale.

 

 

Lazar Nikolic (nella foto a lato, in palleggio nel match contro la formazione tedesca) chiude da top scorer nerostellato con 18 punti ma pesano anche le sue 9 palle perse, Michele Ebeling (nella foto sotto, mentre cerca di contrastare insieme a Bayehe un tiro avversario nella sfida contro il Partizan) l'unico altro in doppia cifra per D'Arcangeli con 12. Sono mancati pure i punti di Emanuele Trapani, fermato a 4 con 1/9 al tiro dal campo. Eloquente anche il dato della valutazione finale di squadra, con Ludwigsburg a doppiare la Stellazzurra per 67-33, coi mattatori Seric e Kudic a sommare insieme un 51 (29 con 23+10 rimbalzi+4 assist il primo, 22 con 19+4 assist il secondo). 

 

 

In classifica i tedeschi agguantano a quota 2 punti la Stellazzurra ma sono già tagliati fuori dal discorso primo posto per colpa del loro -7 di differenza canestri già assodato negli scontri con Stellazzurra (-15 provvisorio) e Stella Rossa (+22 provvisorio), che guida la graduatoria con 4 punti. Già tagliato fuori pure il Partizan, l'unica squadra ancora al palo. Nell'altro raggruppamento, il Girone A, le squadre hanno giocato invece una sola partita ciascuno nella giornata inaugurale, con il Mega Leks Bemax Belgrado vincente per 94-76 sul Maccabi Teddy Tel Aviv e i cechi della GBA Praga battere i bosniaci dello Spars Sarajevo per 54-46.

 

 

 

STELLAZZURRA BASKETBALL ACADEMY - PORSCHE BASKETBALL AKADEMIE LUDWIGSBURG 56-71 (13-10, 22-30, 40-53)

STELLAZZURRA: Ianelli 2, Provenzani, Pazin 7, Trapani 4, Serpilli 3, L. Nikolic 18, Seye, Ebeling 12, Bayehe 7, Cassar 1, Eboua 2, Penè ne. Coach: D'Arcangeli; assistenti: Cottignoli, Traino, Santini.

LUDWIGSBURG: Stierlen 4, Herzog 1, Doeding 5, Kudic 19, Meredith 4, Abraha, Franz 6, Lavrinovicius, Emanga Noupoue 5, Urbansky, Baer 4, Seric 23. Coach: Czerny.

 

 

QUI le statistiche ufficiali complete della sconfitta stellina.

 

 

PROGRAMMA SECONDA GIORNATA GIRONE A

ore 14.00: Stella Rossa Belgrado - Stellazzurra Basketball Academy

ore 16.00: Partizan Belgrado - Porsche Basketball Akademie Ludwigsburg

 

 

CLASSIFICA GIRONE A

1 - Stella Rossa Belgrado 4 punti (+51 diff. canestri)

2 - Porsche BA Ludwigsburg 2 punti (-7)

3 - Stellazzurra Basketball Academy 2 punti (-8)

4 - Partizan Belgrado 0 punti (-36)