Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Serie B maschile, nel derby romano contro la LUISS scatta la "remuntada" anti-Patti. Palumbo: "Ma il vantaggio del fattore campo nei playout non è così decisivo"

Pubblicato il Venerdì 7 Aprile 2017 - Serie B Stella Azzurra

 Recuperare 4 punti in classifica negli ultimi 3 turni alla sua diretta concorrente. E' quanto si propone la Stella Azzurra Roma per la volata di regular season del campionato di Serie B maschile, nel tentativo di regalarsi il vantaggio del fattore campo nei playout. Nella 28° giornata del Girone C che potrebbe definitivamente scacciare lo spettro della retrocessione diretta in caso di sconfitta di uno dei fanalini di coda, Balletti Park Hotel Viterbo o MecSan Maddaloni, impegnati rispettivamente in trasferta contro i Tigers Global Sistemi Forlì sesti della classe e in casa contro il Basket Scauri in lizza per un posto nei playoff, la formazione di Germano D'Arcangeli sarà impegnata nel derby romano di sabato 8 aprile alle ore 18 sul parquet della LUISS, la trasferta più corta dell'anno visti i 4 chilometri appena di distanza che separano l'Arena Altero Felici stellina dal PalaLUISS. Sempre la città di Roma ospiterà praticamente in contemporanea anche la trasferta dello Sport E' Cultura Patti, proprio l'avversaria nei confronti della quale vanno colmati i famosi 4 punti di distanza, ospite alle ore 18.30 della Vis Nova Simply Roma nello scontro diretto tra le due squadre che attualmente avrebbero l'eventuale “bella” in casa nelle due serie-playout previste al termine della regular season. Tornando al match stellino, sono grandi anche le motivazioni della LUISS, gli universitari di Andrea Paccariè sono una delle cinque squadre che stanno lottando per gli ultimi due posti utili per i playoff, il settimo e l'ottavo, e hanno voglia di riscattarsi dalle due sconfitte di fila da cui sono reduci, in particolare dall'ultima subìta in casa per mano della Vis Nova in volata (81-82) per colpa di un canestro a 7 secondi dalla fine del prodotto stellino Tommaso Rossetti. Un altro dato, questo, che accomuna la LUISS all'avversaria nerostellata, anch'essa punita a Scauri da un canestro segnato a fil di sirena nell'ultimo turno.

 

PALUMBO Una sconfitta bruciante, quella in terra pontina, che può trasformarsi in carburante per il match con la LUISS, a giudizio di Mattia Palumbo: “Un ko di quel tipo non può far altro che aumentare in noi le motivazioni”, dice il play stellino classe 2000 (nella foto di Giulia Stella Panu, in palleggio nel match contro la Mastria Vending Catanzaro). “Anche perché adesso sappiamo che possiamo giocarcela con tutte, senza preoccuparci del valore delle nostre avversarie. Le ultime gare giocate in Serie B, con le due vittorie contro Viterbo e Maddaloni e le tre sconfitte tutte risicate con Cefalù, Teramo e Scauri, ci hanno fatto capire che il livello raggiunto dalla nostra squadra è elevato, giochiamo con più fluidità, siamo consapevoli di ciò che facciamo bene e di ciò che va invece migliorato, riuscendo dunque a sfuttare le nostre potenzialità”.

 

DOPPIO DERBY Stella Azzurra contro LUISS è un derby nel derby, è l'incontro di un'uguale “filosofia” di costruzione del roster, essendo le due formazioni che, più di tutte nel campionato di Serie B, fanno della gioventù del proprio roster la peculiarità principe. Le distanziano, però, tanti punti in classifica a favore degli universitari, che hanno anche vinto l'andata dell'Arena Altero Felici per 79-74 grazie alle prove-record del play-guardia Andrea Scuderi e del 2.09 pivot ex stellino Francesco Ramenghi, entrambi all'high stagionale con 30 e 23 punti. In graduatoria la LUISS ha più del doppio dei punti di Antonaci e compagni, 28 contro 12, un divario che Mattia si spiega così: “Noi abbiamo avuto molte difficoltà a trovare continuità nella prima parte di stagione, mentre la LUISS da subito è riuscita a trovare quei meccanismi tale da raggiungere la classifica attuale. Loro sono poco più grandi d'età rispetto a noi, ma comunque hanno giocatori molto forti individualmente e anche il loro gioco di squadra è ben eseguito. Ma non credo che tra noi e loro ci sia effettivamente tutta la differenza che dice la classifica”.

 

REMUNTADA La trasferta alla LUISS, sabato prossimo in casa contro i Tigers Forlì, il sabato dopo sul parquet della vicecapolista Air Fire Valmontone, queste le tappe della Stella Azzurra per cercare di rimontare il tredicesimo posto di Patti, che dopo la Vis Nova ospiterà Valmontone in Sicilia e chiuderà col derby siciliano a Cefalù. Per agguantare gli isolani, contro cui la Stella vanta lo scontro diretto a favore e che con ogni probabilità saranno i suoi avversari nella lotteria dei playout, sarebbe necessario il filotto di vittorie con Patti a non vincerne più di una oppure due successi sperando che Patti non ne vinca nessuna: “Le partite che stiamo per affrontare sono gare abbastanza abbordabili, sebbene giochiamo contro formazioni tutte di media-alta classifica. Se riuscissimo ad ottenere il fattore campo sarà un aiuto in più, ma non sarà tuttavia decisivo per il risultato finale della serie-playout”.

 

TEENAGER D'ASSALTO Ad appena 16 anni e mezzo e al suo primo campionato senior della carriera Palumbo si è imposto come un pezzo importante dell'organico stellino, “sesto uomo” capace spesso di cambiare il volto alle partite con il suo ingresso dalla panchina. In nemmeno 17 minuti di utilizzo medio produce 7.6 punti ed è in grado di far segnare i compagni con una visione di gioco da play di razza, oltre che di gran taglia coi suoi 195cm d'altezza. Come fece nella gara d'andata, chiusa con il suo record stagionale di 8 assist e come top scorer di squadra con 15 punti, una delle sue 6 escursioni in doppia cifra (massimo di 24 nella trasferta persa contro la BPC Cassino), come 15 ne ha fatti nel recente viaggio a Scauri: “In queste ultime partite ho fatto delle buone prestazioni, al di là dei punti segnati sono riuscito, dopo un periodo di assenza, a reinserirmi con tutta tranquillità nei nostri nuovi ritmi e modi di giocare. Giocare in un torneo senior alla mia età è molto importante per capire il livello che mi aspetta una volta finite le giovanili. Confrontarsi con gente esperta dà una grande mano a migliorarsi, ogni volta ti trovi ad affrontare squadre che giocano un'ottima pallacanestro e che sanno sempre metterti in difficoltà, punire ogni singolo errore, cosa che nelle giovanili non accade con tanta frequenza”.

 

CACCIA AI TRICOLORI A proposito di giovanili, è stata una settimana importante per un duplice motivo per il mondo Stella Azzurra. Mercoledì battendo nettamente il Pescara Basket all'Arena Felici l'U18 Eccellenza ha chiuso l'andata del girone dell'Interzona a punteggio pieno salendo a +4 sulla seconda in classifica, una mezza ipoteca sulla qualificazione alle Finali Nazionali di categoria: “Ci siamo certamente messi in una situazione confortevole, ma non per questo possiamo rilassarci rispetto a ciò cui puntiamo. Dobbiamo cercare di qualificarci prima dell'ultimo turno a Pescara, per non arrivarci con l'acqua alla gola. In ogni caso è importante cercare di vincere tutte le partite”. L'altra notizia è il sorteggio dei gironi delle Finali Nazionali U20 Eccellenza di Roseto degli Abruzzi, avvenuto proprio alla vigilia del match contro la LUISS, sorteggio che ha inserito la testa di serie nerostellata insieme a Pallacanestro Cantù, Victoria Libertas Pesaro e Pino Dragons Firenze: “Tutte le squadre presenti alle Finali sono di alto livello, giochiamo contro gente della nostra età, anzi anche a Roseto saremo i più giovani, ma dobbiamo giocare sempre con le stesse idee di quando giochiamo in Serie B, con la stessa identità. Il girone in cui siamo capitati è leggermente più facile rispetto a qualcuno degli altri tre. Cercheremo di superare la prima fase e poi vedremo che succede”.

 

MEDIA La gara contro la LUISS Roma potrà essere seguita anche attraverso gli aggiornamenti continui sul nostro account Twitter @StellaAzzurraRo.