Dopo aver vinto consecutivamente le tre partite del girone, la Stella Azzurra non riesce ad aver la meglio nella semifinale contro l'O.ME.P.S. Givova BricUp Battipaglia: 56-44 per le padroni di casa.

 

La partita entra subito nel vivo con entrambe le squadre che giocano a ritmi molto alti e con difese aggressive a tutto campo, che si traduce in un primo quarto dal punteggio relativamente basso, 9-10 per la Stella Azzurra.
Battipaglia rientra dal primo intervallo con piglio diverso, che vale un  consistente parziale di 13-0 e il massimo vantaggio campano a +12 di metà quarto (22-10). Il quarto si chiude sul 29-18 per le campane.
Al rientro dal riposo lungo Battipaglia continua a giocare a ritmi alti mettendo in difficolta la Stella Azzurra, che non riesce a ricucire un divario troppo ampio. Le campane portano a casa la vittoria e guadagnano l’opportunità di giocarsi il titolo in Finale.

La finale terzo quarto posto contro la Magnolia Campobasso è combattutissima, giocata punto a punto. Il primo periodo è all'insegna del grande equilibrio con le magnolie che partono forte (4-0). La Stella Azzurra rientra, poi sorpassa, ma intorno a Quiñonez ed Amatori, le rossoblù non mollano e, in un gioco di vantaggi su un fronte e sull'altro (e complice anche qualche errore di esecuzione), si ritrovano poi sotto di tre al 10' per una tripla di Pelka quasi allo scadere del quarto.
 

Nel secondo periodo, sempre grazie alla propria fisicità e alla velocità che le rossoblù riescono a sviluppare, i #fiorellinidacciaio riescono a prendere margine e a non disunirsi di fronte alle triple di Roma arrivando ad un massimo vantaggio di sei lunghezze (due possessi pieni cioè) del 32-26 dopo i liberi di una indemoniata Quiñonez ed avendo cinque lunghezze da gestire all'intervallo lungo.
 

Il rientro sul parquet è da marcia trionfale per le magnolie: un 6-0 in avvio siglato Šrot, Quiñonez e Falbo vale il massimo vantaggio del +11, ma la Stella Azzurra Roma inizia a mordere ulteriormente e prova a riavvicinarsi. Le triple di Trozzola ed Edokpaigbe danno sicurezza alle rossoblù, che però non riescono a dare lo strappo decisivo ritrovandosi con un solo punto da gestire al 30' (49-48).
 

L'ultimo periodo è all'insegna della tensione assoluta. Si va avanti all'insegna dei tentativi di strappo delle capitoline con le magnolie che tengono bene botta ed una fisicità che si fa vieppiù evidente sul campo (e restano in scia con Falbo ed Amatori). A mettere il punto esclamativo sulla contesa ci pensa l'ecuadoriana Blanca Quiñonez con rimbalzo, coast to coast e giocata da tre punti (canestro più fallo subito con tiro libero supplementare) che manda in confusione la Stella Azzurra Roma costretta ad inchinarsi alla formazione rossoblù, pronta ad iniziare la festa al suono della sirena.
 

Grazie Andrea
Benvenuto Julio