Con le assenze di Raspino e l'infortunato Nikolic, la Stella Azzurra scende in campo con un quintetto inusuale, formato da Visintin, Jackson, Pugliatti, Menalo e Marcius.

La gara viene subito sbloccata dal tiro libero messo a segno da Pugliatti e la schiacciata di Menalo (0-3), pareggia i conti Mouaha (3-3). Allunga le distanze Radonjic (5-3).

I due tiri liberi di Visintin e la schiacciata di Marcius riportano la Stella in vantaggio (5-7).

Le triple di Bozzetto e Donati portano Latina sul 19-15 al primo time out: Stella Azzurra trova più ordine e disciplina in attacco grazie all'apporto dalla panchina di Roberto Rullo. Bene anche Barbante che si fa trovare pronto anche dalla line dei tre punti. Il primo quarto termina sul 30- 22 per i padroni di casa. 

Nel secondo quarto Latina mette il piede sull'acceleratore, la Stella fa fatica a costruire in attacco, perde palloni ed i padroni di casa sono bravi ad approfittarne: 52- 32 a 4'10'' minuti alla fine del primo tempo. I tanti falli penalizzano e rallentano i tentativi di rimonta nerostellata, primo tempo chiuso sul 55 a 44 per Latina.

Nel terzo quarto trovano minuti anche il classe 2005 Giulio Giannozzi e Dut Mabor. La Stella Azzurra fa fatica a ridurre le distanze con la Benacquista. Gli ultimi 10' minuti sono garbage time

 

 

La Stella ci prova fino alla fine, ma l’Eurobasket ha la meglio: prossimo appuntamento il 19 contro Latina
Conferenza stampa: inaugurata sinergia con Frosinone e presentati Marcius e Jackson