Primo quarto di alta intensità: Stevie Thompson il realizzatore e Sandi Marcius sotto le plance. Nel quintetto, parte Kevin Ndzie per dare fisicità a rimbalzo. Ravenna risponde con la classe di Givens e l'apporto dalla panchina di Cinciarini: 24-17.

L'ex Fortitudo è di un'altra categoria, il play di Ravenna realizza ed inventa, mandando i capitolini sul meno tredici (36-23).  

La concretezza di Visintin dalla media (4 punti consecutivi) ed i canestri del solito Thompson riportano la stella sotto la doppia cifra (36-27). Per Ravenna risponde il talento di Rebec, che viene susseguito dalla tripla di Nikolic (41-32).

Stella tenuta a distanza di sicurezza, buono l’apporto dalla panchina. La bomba allo scadere di De Negri decide il 48 a 35 di Ravenna.

Ripartenza il secondo tempo a rilento per la Stella, incapace di segnare. Ravenna ne approfitta con un Givens in giornata che porta i suoi sul +19 (57-38). Poi Venuto sul +20 (60-40). Rompe l'incantesimo la doppia tripla di Roberto Rullo (62-46).

La distanza nel punteggio tra le due squadre è troppo ampio: l'ultimo quarto è garbage time. Incapace di recuperare il meno venti di Ravenna, la Stella fa fatica a trovare fiducia ed imporre il proprio gioco. Trovano spazio Mabor e Ghirlanda.

È sconfitta la PalaCosta per 85 a 70,prossimo appuntamento mercoledì 7 aprile contro l'NPC Rieti.

 

Ravenna- Stella: "Sono una squadra che fa dell’intensità difensiva e della possibilità di correre delle armi importanti.".
Sandi Marcius tocca quota 100 rimbalzi con la Stella Azzurra